Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

In… Canto Mediterraneo

Postato da on apr 1st, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Mario Crispi sarà il protagonista del nuovo week-end di musica della Centrale Montemartini per la rassegna In…canto Mediterraneo, in cui grandi artisti interpretano le tradizioni musicali del sud Italia, dell’Albania, del Marocco fino alle sonorità del Medio Oriente. Ogni venerdì e sabato alle 20 e alle 22 sono presentati due concerti nella suggestiva Sala Macchine della Centrale, tra i capolavori d’arte antica provenienti dai Musei Capitolini e le macchine di archeologia industriale della ex centrale elettrica.

L’evento, voluto dall’Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali di Roma Capitale è realizzato da Zètema Progetto Cultura in collaborazione con Finisterre e con Radio Rock.

Venerdì 1 e sabato 2 aprile alle 20 e alle 22, Mario Crispi, compositore, fiatista polistrumentista e fondatore del disciolto gruppo degli Agricantus, presenterà alla Centrale Montemartini il progetto “Soffi”.
Da diversi anni Crispi svolge un’intensa attività da solista, con performances nelle quali collega i suoi strumenti arcaici a fiato a computers e microprocessori.  Da questo tipo d’esperienza nasce il progetto “Soffi” ovvero un concerto in solo in cui le tecnologie esecutive arcaiche degli strumenti primitivi utilizzati si mescolano all’uso di computer. Questi ultimi sono dedicati al campionamento sonoro in tempo reale, all’armonizzazione ed al processamento del suono. Quasi tutti gli strumenti a fiato sono suonati con le varie tecniche esecutive miscelate tra loro e proprio questa caratteristica fa della ricerca di Crispi un divenire continuo e senza sosta. Gli strumenti utilizzati sono: whirlies (tubi armonici a rotazione), ney (flauto obliquo persiano, turco e arabo), kaval rumeno (flauto a becco invertito gutturale, selijefløyte lappone (flauto ad amonici naturali), bansuri indiano (flauto traverso di bambù), duduk armeno (oboe popolare a tonica bassa), morcheng indiano (scacciapensieri in ottone), didjeridoo australiano (risuonatore armonico delle labbra e modificatore della voce), launeddas sarde e arghoul egiziano (entrambi clarinetti popolari), flauto traverso ad imboccatura modificata, oltre a strumenti elettronici di varia natura. La performance è accompagnata da immagini e video elaborati in tempo reale da Cinzia Garofalo, tratti da reportage realizzati insieme a Mario Crispi nei paesi del Medio Oriente e dell’Asia Minore.

MARIO CRISPI
in concerto alla Centrale Montemartini
venerdì 1 e sabato 2 aprile ore 20 e 22


Leggi Ancora

Lascia una risposta