Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

In Italia mamme sempre più vecchie.

Postato da on mar 24th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

In questi giorni infuocati dalla campagna elettorale, dove i vari candidati si confrontano sulle tematiche più disparate, emerge sempre più prepotentemente una questione, quella legata alle problematiche della famiglia, in qualunque forma essa si presenti. L’articolo 31 della nostra costituzione cita “la Repubblica agevola con misure economiche e altre provvidenze la formazione della famiglia e l’adempimento dei compiti relativi, con particolare riguardo alle famiglie numerose.  Protegge la maternità, l’infanzia e la gioventù, favorendo gli istituti necessari a tale scopo” , una norma, quindi, che dovrebbe tutelare e incentivare chiunque decida di avere una famiglia nel nostro Bel Paese, ma così non è; a detta almeno dei politici in corsa per le regionali e di chiunque abbia seriamente pensato di avere un figlio oggi. Tuttavia gli ultimi dati Istat sul tasso di natalità e fecondità suggeriscono una controtendenza in fatto di nascite rispetto alla metà degli anni ’90, dove si è registrato il picco minino di queste. Il 2008 si è presentato come l’apice di questa nuova tendenza, mentre nel 2009 si è registrato un nuovo calo. Nondimeno, quello che di veramente interessante è emerso da queste rilevazioni è la diversa composizione della famiglia rispetto agli anni passati, i dati, infatti, mettono in luce una sempre maggior presenza di coppie non coniugate e di coppie miste, rispetto agli anni precedenti, soprattutto nelle Regioni del nord, un altro fattore emerso che incide in maniera preponderante su questo “pseudo” aumento demografico, è la nascita di bambini da genitore/i stranieri, residenti in Italia. Questo parametro mette in luce da una parte come l’immigrazione sia sempre più stabile e radicata, e dall’altra come nelle regioni meno soggette a questa, principalmente il sud Italia, vi sia un processo di denatalità in corso. Ultimo dato emerso che deve far riflettere sulle difficoltà incontrate dalle giovani coppie che vorrebbero avere un figlio, ma vi rinunciano aspettando tempi migliori, è che l’età media delle donne al momento del parto è superiore ai 30 anni, il 5,7% dei bambini italiani ha una mamma  sopra i 40 anni e solo 11% delle donne ha un figlio sotto i 25 anni.

Fonti: Istat

 


Leggi Ancora

Lascia una risposta