Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Inaspettate dichiarazioni di Castro

Postato da on set 15th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Intervista shock quella rilasciata dal Jefe della Repubblica  Cubana ad un giornalista del mensile Statunitense  The Atlantic. Le dichiarazioni del Comandante Fidel Castro hanno fatto il giro del mondo in poche ore. Castro era sempre stato considerato un esponente del vecchio regime, poco al passo con i tempi,ha dato invece mostra di una inaspettata elasticità. L’intervista si apre con la seguente dichiarazione «Il modello economico cubano non è più adatto al nostro Paese», « ciò che andava bene dopo la rivoluzione del ’59 non è più esportabile in altri Stati». Per non correre nel rischio di fraintendimenti fa una requisitoria contro la posizione di Ahmadinejad, che tutt’ora è fervente negazionista dell’Olocausto, dichiarando che si tratta di un popolo  storicamente perseguitato, costretto alla diaspora, diffamato da secoli. Così, come se non fosse abbastanza chiaro, lancia un messaggio di apertura, ai vicini Stati Uniti. Conclude con un mea culpa sulla persecuzione operata ai danni degli omosessuali. All’epoca aggiunge la situazione politica internazionale era molto critica, «ero impegnato a risolvere la crisi del 1962».

Fonte: Peacereporter.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta