Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Istat: dati sull’esportazione

Postato da on mag 25th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Per la prima volta l’Istat ha pubblicato un quadro sintetico degli esportatori all’estero, facendo un raffronto fra i dati del 2008 con quelli del 2009.I prodotti maggiormente esportati sono i macchinari e gli apparecchi non comprensivi altrove, circa il 19%, seguiti dagli articoli in gomma, dalle materie plastiche e dalla lavorazione di minerali non metalliferi e metalli di base. Il numero di esportatori è di 189.812 unità, di cui il 62% è composto dai cosiddetti “microesportatori”, i quali hanno un fatturato inferiore ai 75 mila euro.

Tuttavia coloro che hanno un fatturato  superiore ai 5 milioni di euro, che in realtà rappresentano una parte esigua, concorrono a produrre l’81% delle vendite. Questo indice viene favorito anche dal numero maggiore di prodotti esportati normalmente da questa fascia di fatturato; infatti  il 33% degli esportatori vende un solo prodotto, il 31% tra 2 e 5 normalmente, mentre solo il 21% esporta più di 10 prodotti.

Altro valore importante è dato anche dal numero dei mercati in cui si opera, purtroppo il 43, 9% sceglie un mercato unico, mentre unicamente il 14 % commercia con più di 5 paesi, definendo però più del 62% dell’esportazioni nazionali; riassumendo una percentuale superiore al 60% vende pochi prodotti in pochi mercati. Se raffrontati il 2008 con il 2009, il numero di microesportatori è passato dal 53,2 % al 54,6 %, a fronte di una diminuzione dallo 0,8 % allo 0,6% per coloro che fatturano più di 50 milioni di euro, in generale il numero di esportatori, però, ha subito una flessione del 3,3% corrispondente a 4500 unità.

Fonti: Istat


Leggi Ancora

Lascia una risposta