Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

L’OSPEDALE PEDIATRICO BAMBINO GESU’ E L’UNIVERSITA’ ROMA TRE: INSIEME PER LA RICERCA SCIENTIFICA

Postato da on mag 11th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Bioingegneria, ingegneria clinica, biologia e biotecnologie cellulari, biochimica e biologia molecolare applicate alla salute dell’uomo, microbiologia e virologia medica, biologia sintetica, genetica e biotecnologie sanitarie, fisiologia e farmacologia, medicina nucleare, diagnostica per immagini, valutazione e correzione dei difetti visivi e nano erogazione dei farmaci.

Sono questi gli ambiti entro i quali si articola la convenzione tra Università degli Studi Roma Tre e Bambino Gesù, siglata quest’oggi presso i nuovi ambulatori dell’Ospedale di fronte alla Basilica di San Paolo dal Professor Guido Fabiani, Rettore dell’Università Roma Tre, e dal Professor Giuseppe Profiti, Presidente del Bambino Gesù. L’Accordo prevede forme integrate di collaborazione sul piano della ricerca scientifica e delle attività di formazione in molteplici ambiti, sia a livello nazionale che internazionale, che le due Istituzioni intendono portare avanti aprendo la collaborazione anche ad enti esterni. Sarà inoltre promossa la sperimentazione di forme didattiche innovative nell’ambito dell’educazione permanente e ricorrente, agevolando lo scambio partecipativo dei dipendenti  a corsi organizzati da entrambe le istituzioni.

“L’accordo siglato oggi con l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù ha dichiarato il Rettore Guido Fabiani – è di grande importanza e consentirà a Roma Tre di valorizzare maggiormente le competenze scientifiche dei suoi docenti e ricercatori. Avremo modo di condividere e potenziare strumenti per lo sviluppo della ricerca scientifica e la promozione dei suoi utilizzi anche attraverso una formazione sempre più innovativa e rispondente alle esigenze in continuo mutamento del mondo della conoscenza, in una dimensione internazionale”.

“Roma Tre e l’Ospedale Bambino Gesù oggi si presentano insieme alla città di Roma, ma anche sul piano internazionale – ha concluso Fabiani – Pur non avendo la Facoltà di Medicina, il nostro Ateneo possiede competenze importanti in numerosi settori quali ad esempio la Biologia, la Fisica, l’Ingegneria. Settori disciplinari che oggi possono collaborare con discipline più marcatamente sanitarie. Il progresso della medicina va avanti anche grazie all’interazione con altre discipline”. “Mettere a sistema le risorse in termini di conoscenze, processi e strutture – ha sottolineato il Presidente Giuseppe Profiti – costituisce un moltiplicatore prezioso per realtà che, come l’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e Roma Tre, fanno della ricerca e del progresso scientifico la propria missione. Con questo accordo gettiamo le basi concrete per dare vita a un vero e proprio polo del sapere in grado di catalizzare le energie del territorio e delle due strutture creando un volano di opportunità tra cui la sperimentazione di nuove forme di trasmissione del know how”.

“Abbiamo scelto questa sede per la firma dell’accordo perché è qui che tra un anno inaugureremo il Polo della ricerca del Bambino Gesù nell’area di San Paolo fuori le Mura – ha proseguito Profiti – che sarà il più grande d’Europa e diventerà uno dei nodi qualificanti di questa prospettiva. Un Ospedale come il nostro che aspira all’internazionalizzazione non può non pensare alla ricerca come motore di sviluppo. La benzina per tale motore è rappresentata dal capitale umano. Potremmo rinunciare ad alcune delle tecnologie alle quali ricorriamo, ma non alle risorse umane. Le consuete discipline cliniche hanno il fiato corto, basti pensare che i progressi che la medicina ha fatto negli ultimi 50 anni sono stati alimentati dalla componente tecnologica e dalla collaborazione tra diverse discipline, dall’incontro tra la clinica e la cultura tecnologica”.

“In quest’ottica l’Università Roma Tre è per il Bambino Gesù un valore aggiunto – ha concluso Profiti – soprattutto ora che ci accingiamo ad aprire il Polo della ricerca. Il mio augurio è che l’elenco dei settori di collaborazione che presentiamo oggi possa già essere obsoleto quando inaugureremo il nuovo Polo”.

L’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e l’Università Roma Tre metteranno reciprocamente a disposizione i propri laboratori per lo svolgimento di tirocini e ricerche per tesi di Lauree e di Dottorato. Sarà possibile finanziare dottorati di ricerca, borse di studio e assegni di ricerca.

I Direttori dei Dipartimenti di Roma Tre e dei Centri del Bambino Gesù consentiranno a docenti, ricercatori e personale di accedere alle biblioteche e alle pubblicazioni scientifiche disponibili. L’Accordo sarà reso operativo grazie alla costituzione di una Commissione che avrà il compito di esaminare e valutare costantemente tutte le attività culturali, scientifiche e didattiche realizzate dalle due Istituzioni.


Leggi Ancora

Lascia una risposta