Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

La D’Addario interviene in diretta da Bari ad Annozero

Postato da on ott 2nd, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Nonostante le conferme e le smentite, il parere contrario dell’ufficio legale della rai, la diffida chiesta da Giampaolo Tarantini all’autorità per la garanzia delle comunicazioni, Michele Santoro alle 21,05 è andato puntualmente in onda ed ha portato sugli schermi italiani, con un’intervista in diretta da Bari, Patrizia D’Addario. Prima di iniziare la trasmissione Santoro si sofferma sulle motivazioni che lo hanno spinto a rispettare la scaletta, quasi giustificando il suo lavoro di giornalista. Spiega che se avesse fatto un passo indietro con Patrizia D’Addario, probabilmente avrebbe dovuto iniziare a mettere in discussione il lavoro sulle inchiesta di Sandro Ruotolo, e poi gli interventi di Marco Travaglio. Chiarisce meglio il suo pensiero, dicendo che quando si inizia a cambiare non si sà mai dove si va a finire. La D’Addario non si riparmia e alla fine toglie ogni dubbio, dicendo che Berlusconi lo sapeva perfettamente di aver passato la notte con una escort, tutti lo sapevano, le 20 ragazze invitate e chiaramente Tarantini, che ha fatto da tramite. Approfondisce la questione e spiega che lei a Palazzo Grazioli ci è stata due volte, e sempre pagata. Berlusconi le aveva promesso aiuto in diverse occasioni, per la  costruzione di un agriturismo, il suo sogno, per la candidatura alle Europee, ma di fatto gli aiuti non sono mai arrivati, anzi le è stato negato l’ingresso anche al comizio che il Presidente ha tenuto a Bari. Scajola oltre oceano, non regge la situazione, difronte alla trasmissione i suoi nervi non resistono, “è saltato sulla sedia”, ha affermato uno suo accompagnatore. Per Scajola Annozero è spazzatura. A suo avviso i vertrici della rai sarebbero dovuti intervenire. Riprendendo il filo del discorso Santoro manda in onda lo stralcio di una trasmissione inglese della bbc, nella quale si mettevano a confronto Gordon Brown e Berlusconi, i toni erano molto forti e irriverenti, ma Santoro vuole solo dare un esempio della concezione che si ha all’estero di ciò che “può” una televisione pubblica, “si ha un’altro concetto di censura”, commenta , e poi se le reti della rai non possono madare in onda certe cose, chi lo fà? Le reti Mediaset?

Fonte repubblica.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta