Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

La nube vulcanica che ha paralizzato l’europa dovrebbe risparmiare il clima

Postato da on apr 16th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Ceneri Vulcaniche

Ceneri Vulcaniche

E’ di ieri mattina la notizia dell’eruzione del Vulcano islandese che ha bloccato i cieli di mezza europa. Rimarranno chiusi per 48 ore diversi aereoporti in Gran Bretagna, Irlanda, Svezia, Danimarca, Finlandia, Norvegia, Belgio e Olanda. Gli aereoporti del nord Italia non dovrebbero correre invece alcun rischio visto che all’arrivo in Italia le polveri dovrebbero già essere cadute a terra. Smentite anche le notizie in merito ad eventuali effetti sul clima, o meglio non è possibile stabilire con certezza se si verificheranno le condizioni per un oscuramento prolungato del sole.
In Indonesia circa un centinaio di anni fa ci fu un esplosione vulcanica che schermò per circa due anni i raggi del sole. Tuttavia per giungere ad una situazione analoga le polveri dovrebbero raggiungere la stratosfera, vale a dire più di 12 Km di altezza, mentre attualmente si trovano a circa 8 Km e se non si verificheranno cambiamenti ricadranno a terra tra circa 20 giorni. In un primo momento il fenomeno danneggierà gli appezzamenti agricoli, rovinando il raccolto per una stagione, nella fase successiva però gli agricoltori ne trarranno un enorme beneficio. Le ceneri sono ricche di metalli, ottimi fertilizzanti per il terreno, non a caso anche in Italia le aree più fertili sono quelle circostanti le zone vulcaniche dell’Etna e del Vesuvio. Ulteriori dubbi sono stati sollevati in merito a effetti inquinanti per le falde acquifere, ma gli esperti smentiscono, dal momento che le falde idiriche, generalmente molto profonde, inibiscono un possibile contatto con le sabbie vulcaniche. Ulteriori effetti nocivi su laghi, mari e fiumi, sono stati esclusi, poiché il metallo per sua natura tende ad affondare e lascia limpide le acque superficiali. Effetti benefici invece si avranno per le spiagge, che ne saranno rinforzate.

Fonte La stampa


Leggi Ancora

Lascia una risposta