Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

La pillola dei “cinque giorni dopo”

Postato da on gen 28th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

pillolaIl Journal of Obstetrics and Ginecologics ha di recente pubblicato un articolo dedicato a quella che già si presenta come una vera rivoluzione nel campo della ginecologia e dell’ostetricia: una pillola in grado di intervenire sull’ovulazione ed evitare, quindi, che si avii la gravidanza, la cui assunzione è consentita fino al quinto giorno di distanza dal rapporto non protetto. L’ulipristal, questo il nome del farmaco, ha , infatti, dimostrato di mantenere la sua efficacia se somministrata in un arco di tempo di120 ore.

Aperto il dibattito etico sulla questione: c’è già chi parla di nuovo metodo abortivo; tuttavia gli studi condotti sinora sembrerebbero dimostrare che l’ulipristal, andando ad agire sull’ovulazione, interviene prima che l’ovulo venga fecondato da parte dello spermatozoo, sebbene il fatto che possa esercitare i suoi effetti fino al quinto giorno lasci aperta l’ipotesi di un diverso meccanismo d’azione. Non si può, infatti, del tutto escludere che il farmaco agisca sull’ovulo già impiantato nell’utero.

La pillola, che ha già avuto l’approvazione dell’Emea ( ente europeo per il controllo dei farmaci), è già in uso in Francia, Gran Bretagna e Germania, e dovrebbe arrivare presto anche in Italia, dove sono state avviate le pratiche necessarie per la commercializzazione.

Fonti: Corriere della Sera


Leggi Ancora

Lascia una risposta