Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

La Regione Lazio e l’associazione Andrea Tudisco insieme contro la mafia

Postato da on mar 15th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

mafiaSempre più spesso ultimamente si sente parlare della necessità di intensificare gli interventi delle istituzioni finalizzati al recupero e al riuso dei beni confiscati alle cosche mafiose, operazione che, oltre a toccare direttamente il cuore dell’economia delle organizzazioni criminali, acquisterebbe anche l’importante significato morale di vittoria della legalità sulle piaghe della malavita.

Un risultato importante, in tal senso, è stato raggiunto dalla Regione Lazio con la promozione di una giornata dedicata alla pubblica fruizione di uno degli edifici sottratti alla criminalità tra quelli che si trovano sul territorio regionale e che sono gestiti dalle amministrazioni locali o da associazioni per scopi sociali, con l’obbiettivo, per gli anni a venire, di trasformare questa iniziativa in un appuntamento ricorrente e di poter aprire al pubblico il maggior numero possibile di beni confiscati.

Per quest’anno la struttura cui si potrà avere acceso è una delle tante gestite dall’Associazione onlus Andrea Tudisco, che ha messo in piedi una rete di case di accoglienza che ospitano bambini affetti da gravi patologie residenti in tutta Italia che devono, però, effettuare terapie presso gli ospedali romani e le loro famiglie.

La data scelta per questo evento, il 20 Marzo, non è casuale; si tratta, infatti, della giornata della memoria in onore delle vittime della mafia.
L’iniziativa si configura come esempio concreto dei risultati positivi che può dare un’operazione sinergica che vede coinvolti Stato, amministrazioni locali e società Civile.

Per informazioni:

06 – 51683703

E- mail: fondazionereset@gmail.com


Leggi Ancora

Lascia una risposta