Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

La Sindrome dell’accento straniero questa volta ha colpito gli Stati Uniti

Postato da on mag 13th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Si chiama Sindrome dell’accento straniero, è una patologia rarissima che colpisce la zona del cervello che consente il linguaggio. Le vittime sono in larga misura donne  in una fascia d’età compresa fra i 35 e i 60 anni. Sono in tutto 60 persone nel mondo, che d’improvviso non riescono più ad utilizzare lo stesso accento di prima. L’ultima delle sfortunate si chiama Karen Butler, una donna di 56 anni dell’Oregon, persona normale con una lieve cadenza del Nord est, che va dal dentista e dopo l’anestesia non riesce più a parlare come prima, sembra che abbia preso l’accento irlandese, le fonti riferiscono che parlava come uno scaricatore di porto. Un’altra, ragazza di 35 anni, inglese di nascita, dopo una forte emicrania durata diversi giorni, perde il suo puro accento britannico e inizia a parlare inglese con una cadenza cinese, ad un’altra è toccato il francese che le è costato anche il posto di lavoro, mentre un’altra ancora ha iniziato a parlare un  misto tra canadese, giamaicano e slovacco.

Fonte: Yahoonotizie


Leggi Ancora

Lascia una risposta