Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

La storia dell’evoluzione dei comportamenti sociali dei primati

Postato da on nov 11th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

In riferimento ai primati l’attenzione della scienza si focalizza principlamente nello studiare le diversità esistenti fra gruppi sociali  distinti, mentre meno attenzione è stata data fino ad oggi alla storia dell’evoluzione della loro struttura sociale. Tuttavia gli scienziati non credono che tali cambiamenti possano derivare dallo sviluppo filogenetico di questa specie, che sembra abbastanza inalterato, fattore che rende più difficile comprendere come siano avvenute queste mutazioni. Attraverso il Teorema di Bayes, che consente di fare dei calcoli probabilistici, gli scienziati hanno dedotto che la loro vita sociale derivi da iniziali aggregazioni di singole coppie o da harem fino a svilupparsi in multi aggregazioni di maschi e femmine, in un arco di tempo di milioni di anni. Loro sostengono che alcuni cambiamenti siano derivati ad esempio dalla necessità di proteggersi dal rischio di predatori, prima variazione che ha poi fatto da supporto alla successiva evoluzione sociale.

Fonte: Nature. com


Leggi Ancora

Lascia una risposta