Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Libia, esplosioni Tripoli, colpiti centri militari

Postato da on giu 7th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Esplosioni hanno scosso oggi Tripoli, in quello che il governo libico ha definito un attacco aereo della Nato su compound militari nella capitale, dopo che ieri i ribelli libici hanno conquistato una città della Libia occidentale. I raid, rari durante il giorno, hanno colpito il centro della città per circa mezz’ora prima di mezzogiorno, con nuvole di fumo nero che si sono innalzate verso il cielo. Anche nelle prime ore del pomeriggio violente esplosioni sono risuonate nella capitale a poca distanza l’una dall’altra, con i testimoni che hanno descritto gli attacchi di oggi come i più pesanti su Tripoli dall’inizio delle operazioni occidentali in Libia. I raid della Nato, che vanno avanti da marzo, di solito avvengono di notte. Alcune delle bombe sembra siano cadute nei pressi del vasto complesso residenziale di Gheddafi a Bab al-Aziziya. Un funzionario libico, parlando con un altoparlante in un hotel dove fanno base giornalisti stranieri, ha detto che i raid hanno colpito il compound della Guardia Popolare e quello della Guardia Rivoluzionaria. Il funzionario non ha parlato di vittime, e ha detto che non sarà possibile per i giornalisti accedere ai siti perché non sono aperti ai civili.

La capitale libica e le zone limitrofe sono state spesso attaccate dalla Nato negli ultimi giorni, con raid aerei che hanno colpito la città e le periferie ogni poche ore. La tv libica, nella tarda serata di ieri, ha detto che la Nato ha bombardato il quartiere di al-Karama e una stazione civile per le telecomunicazioni. “Gli aggressori crociati coloniali questa sera hanno colpito e distrutto un centro per le comunicazioni a ovest di Tripoli, danneggiando le comunicazioni di terra in alcune zone. Si tratta di una stazione civile”, ha riferito l’emittente.

Fonte: reuters


Leggi Ancora

Lascia una risposta