Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

L’Italia di oggi: cosa vuoi fare da grande? La moglie del boss

Postato da on mag 20th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Sempre più diffuso tra le giovani ragazze il desiderio di fare la velina, o show girl che dir si voglia; in fondo, penseranno loro, “Perchè puntare sull’intelligenza se al giorno d’oggi ti pagano di più per fare l’idiota di fronte alla telecamera piuttosto che per fare la ricercatrice?” Per non parlare di quelle che sognano di fare la “tronista”, titolo, che di nobile ha ben poco, assegnato alle protagoniste di un noto programma televisivo che, dall’alto del loro trono, hanno facoltà di scegliere fra decine di corteggiatori quello che più corrisponde ai loro gusti; della serie “Mi faccio un giro in televisione e magari trovo anche il fidanzato”. Ma se per sistemarsi ci fosse anche chi vagheggiasse di sposare un camorrista? Sembra essere questa l’ambizione di un’adolescente di Scampia, quartiere alla periferia di Napoli, tristemente noto per l’alta concentrazione di criminalità. La ragazza avrebbe esposto questo suo raccapricciante desiderio in una lettera. Eppure, proprio perchè il nemico si combatte dall’interno, è a Scampia che le scuole, i centri sportivi e tante altre realtà impegnate in progetti educativi, ogni giorno portano avanti la loro battaglia per sottrarre i ragazzi alla malavita. La scuola Virgilio IV è una di queste; attraverso le moderne tecnologie interagisce con il territorio, offrendo un’alternativa alla strada, e sono in tanti a lottare per emergere. E’ per questo che i compagni della giovane “aspirante moglie del boss”, di fronte alla sua dichiarazione, hanno risposto: “No, è una scelta sbagliata; i migliori sono quelli che vanno avanti pur non avendo niente e si sacrificano con un lavoro onesto”. Un’appello all’onestà gridato in coro, la voce di tutti quelli che si uniscono contro l’illegalità. Anche il Cardinale Sepe, in visita all’Istituto, informato dell’accaduto, rivolgendosi ai ragazzi ha commentato: “La vostra forza sta nell’essere insieme: così fermerete chi vuole contrastarvi. Resta un interrogativo: perchè mai una dodicenne dovrebbe sognare di convolare a nozze con un esponente della camorra? La risposta la fornisce lei stessa: “Per essere ricca”.

Più che una riflessione sulla caduta dei valori morali, verrebbe da pensare: “ Che sia la conseguenza dell’assoluta mancanza di riconoscimenti offerti ai giovani d’oggi? Che il fatto di studiare per anni, lavorare 10 ore al giorno senza adeguato compenso, possa far balenare nella testa di qualcuno l’idea di scegliere una scorciatoia?

Fonti:  BlitzQuotidiano


Leggi Ancora

Lascia una risposta