Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

L’Uomo venuto dallo Spazio

Postato da on apr 6th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Sabato 9 aprile al Planetario una giornata speciale
per il 50esimo anniversario del volo nello spazio di Juri Gagarin

Sono già passati 50 anni da quando l’uomo è volato nello spazio. Il 12 aprile del 1961 toccò ad un pilota militare sovietico, Juri Gagarin, spiccare il più ardito balzo compiuto fino a quel momento da un uomo e uscire per la prima volta fuori dal nostro pianeta. Unendosi alle celebrazioni di tutto il mondo, sabato 9 aprile anche il Planetario di Roma ricorderà con una giornata speciale la prima grande impresa spaziale. “Speciale Gagarin” sarà un evento innestato nella normale attività degli spettacoli del weekend, che per l’occasione saranno dedicati al primo uomo nello spazio. In particolare, alle 12:30 e alle 15 Gianluca Masi presenterà il nuovo spettacolo “L’Uomo Venuto dallo Spazio”, che ricostruisce i retroscena umani e tecnici di quella missione così avventurosa. Alle 17:30 sarà invece il Dottor Stellarium di Gabriele Catanzaro, nel nostro consueto appuntamento per i bambini, ad incontrare un vero astronauta, Umberto Guidoni, e a giocare con lui assieme ai nostri piccoli amici nello spettacolo “Il Dottor Stellarium e il Volo Spaziale”.

L’evento si sviluppa in collaborazione con la Uai (Unione Astrofili Italiani), e si svolgerà in parallelo alla programmazione del Planetario anche nell’adiacente Sala delle Province nel Museo della Civiltà Romana. Alle 16:15 il presidente della Uai Mario Di Sora interverrà sul tema “Astronomia, Astrofilia, Astronautica”, mentre alle 16:30 Vincenzo Gallo (Uai) proporrà una selezione degli articoli di giornale d’epoca, che riferirono e commentarono il volo di Gagarin. Infine alle 17 Umberto Guidoni racconterà il valore epico e tecnologico del primo volo spaziale, un successo dall’indubbio prestigio politico che spianò la strada alla presenza umana nello spazio.

Lo storico volo di Gagarin in orbita intorno alla Terra durò appena 89 minuti, ma stupì il mondo intero: proprio la sua impresa avrebbe impresso quell’accelerazione decisiva nella gara con gli Stati Uniti per la conquista dello spazio, che avrebbe portato di lì a 8 anni gli americani a mettere piede sulla Luna. Oggi la capsula Vostok 1 che trasportò Gagarin è esposta al museo RKK Energiya a Mosca.

Il Planetario fa parte del Sistema Musei Civici di Roma Capitale, Assessorato alle Politiche Culturali e Centro Storico – Sovraintendenza ai Beni Culturali.


Leggi Ancora

Lascia una risposta