Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Milioni di euro frodati all’UE, grazie alle sovvenzioni agricole

Postato da on ott 27th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Campo di barbabietola da zucchero

Campo di barbabietola da zucchero

I sospetti sono iniziati quando un funzionario daganale Belga ha esaminato il percorso effettuato da decine di camion che trasportavano diverse tonnellate di zucchero. Questi camion avrebbero dovuto giungere in Croazia, facendo un  percorso di circa 900 miglia, invece sceglievano un itinerario complesso, passando attraverso otto nazioni per poi giungere al confine con la Russia, sul Mar Baltico. Il tragitto era enormemente allungato, venivano effettuate circa 2500 miglia. La merce invece di giungere in Craozia arrivava in Russia. Il proprietario dell’azienda agricola belga Beneo-Orafti, usufruiva del programma europeo di sovvenzione agricola, che permetteva ai produttori di beneficiare di uno sconto speciale sulle spedizioni dell’export. Secondo gli investigatori l’azienda ha intascato grazie agli incentivi 3 milioni di euro in titoli di restituzione. In questi ultimi dieci anni, ad aver approfittato degli aiuti sono in molti. Il programma UE elargisce ogni anno più di 50 miliardi di euro all’agricoltura. Secondo gli esperti le possibilità di frode sono molto elevate. In Europa ci sono circa 2,5 milioni di ettari di campi di barbabietole, che producono 16,7 milioni di tonnellate di zucchero in un anno, per un ricavato di circa 7 miliardi di euro.  Secondo gli esperti un giro di soldi così ingente è facile preda di frodi, a confermare questa opinione è la OLAF ovvero la Divisione europea anti-frode, che ha stimato che dal 2005 al 2008 siano stati viziati da irregolarità circa 67 milioni di euro. Nel solo 2008 sono stati preseguiti 34 casi, per un valore di 4,4 milioni di euro. Per James Byrne, professore di diritto presso la George Mason University School of Law in Virginia, il sistema europeo di sussidi, distorce il mercato, provocando il rialzo dei prezzi e la diminuzione della concorrenza. Il prezzo dello zucchero in europa è praticamente doppio rispetto al mercato mondiale.

Fonte nytimes.com


Leggi Ancora

Lascia una risposta