Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Missili Israeliani durante l’Eid ul-Fitr

Postato da on set 13th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Nemmeno nell’antica Grecia l’umanità teneva comportamenti tanto aberranti. E’ già perché durante alcune festività, come i giochi olimpici, le ostilità venivano sospese. Nel 2010 invece le ricorrenze religiose di altri popoli non ricevono la minima considerazione. Ieri era l’ultimo giorno del Ramadam, una data importantissima per la comunità islamica in genere e per la popolazione che vive nella striscia di Gaza. La chiusura del mese di digiuno si chiama Eid ul-Fitr e la popolazione usa festeggiarla con passeggiate al porto, dove avvengono copiose sfilate di carretti trainati da muli e di famiglie con bambini vestiti a festa. Ma la comunità Israeliana ha dimostrato di non avere alcun rispetto per tali tradizioni e nella nottata ha sganciato un missile di una tonnellata sopra il porto. L’esplosione è stata tanto potente da far saltare per aria un vecchio carro armato palestinese spostatosi di un centinaio di metri. Quella di ieri tuttavia è solo l’ultimo dei numerosi attacchi israeliani alla comunità palestinese, infatti durante il mese di agosto sono stati lanciati dei missili nei canali al confine con l’Egitto che hanno causato diversi feriti gravi. I missili si sono conficcati nel terreno raggiungendo le gallerie dove lavoravano dei minatori palestinesi. Sono rimasti coinvolti nell’attacco un ragazzo di appena 19 anni, ed un uomo di 34.

Fonte:  peacereporter.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta