Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Nuovi studi scientifici suggeriscono alcune tecniche di apprendimento

Postato da on set 20th, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Pubblicato da Irene Giarracca

Negli Stati Uniti si sono adeguati alle ultime scoperte scientifiche riguardo le capacità di apprendimento di  adolescenti e bambini. La campanella di inizio delle lezioni ad esempio è stata spostata 30 minuti più in là perché di prima mattina le capacità di attenzione degli adolescenti sono al minimo; in questa fascia di età il cervello ha bisogno di un maggior numero di ore di riposo, ma le abitudini di vita della maggior parte dei ragazzi  non sono in linea con queste raccomandazioni, molti di loro vanno infatti a letto tardi e complessivamente si riposano meno di quanto dovrebbero.

Inoltre studiare in gruppo sembrerebbe essere una carta vincente per sfruttare al massimo le capacità di apprendimento, come anche studiare un argomento e a distanza di tempo studiarlo nuovamente, questo fenomeno ha anche un nome, si chiama effetto spaziatura.

Alcuni Istituti scolastici americani si stanno poi interrogando sulla lunghezza delle vacanze estive, e alcune scuole stanno pensando di dare più periodi di riposo durante il corso dell’anno e di interrompere le lezioni per un periodo più breve durante l’estate.

Fonte: Focus


Leggi Ancora

Lascia una risposta