Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Nuovo atto di pirateria nel Corno D’Africa, coinvolta la Maran Centaurus

Postato da on nov 30th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Pirateria

Pirateria

Ieri mattina a circa 1300 Km dalla costa della Somalia, vicino alle Seychelles, la Maran Centaurus, una nave cisterna che trasporta petrolio dall’Arabia Saudita agli Stati Uniti, è stata sequestrata da un gruppo di circa 9 pirati. La nave secondo quanto riportato, da un funzionario della Guardia Costiera greca, ha un equipaggio di  28 persone. La Lloyd’s una società di intelligence sulla navigazione ha dichiarato che la capacità della petroliera è di circa 300 mila tonnellate, anche se non si sa con certezza quanti barili siano a bordo. Gli atti di Pirateria in quall’area geografica stanno aumentando enormemente e quello di ieri fa parte delle centinaia di casi in corso. Le autorità hanno paura che il sequestro della Maran Centaurus, provocherà l’ennesimo disastro ambientale, infatti la nave potrebbe essere stata danneggiata durante l’abbordaggio poiché i pirati sono soliti attaccare le navi con armi da fuoco e granate. Attualmente la nave è pedinata dalla marina militare greca. Nel 2008 è stata dirottata la Star Saudita Siro, che trasportava barili di petrolio per un valore di 100 milioni di $. La petroliera è stata rilasciata dopo due mesi, ma solo dopo che i sauditi hanno pagato un riscatto di 3 milioni di $. La Costa della Somalia, lunga circa 3000 km, rappresenta il rifugio ideale per queste imbarcazioni pirata, poiché è una delle vie di navigazione più trafficate. A complicare la situazione subentra il fatto che lo Stato del Corno D’Africa, non ha un governo abbastanza forte per poter prendere provvedimenti. Il sovrapporsi di questi fattori ha pertanto portato la comunità internazionale ad aumentare lo sforzo in tal senso.

Fonte timesonline.co.uk


Leggi Ancora

Lascia una risposta