Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Open day all’Istituto Regina Elena

Postato da on ott 12th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

I nostri Istituti a “misura di donna” – 3 Bollini Rosa – partecipano alla
Giornata Mondiale dell’Osteoporosi
OPEN DAY ALL’ISTITUTO REGINA ELENA
2 appuntamenti per tutte le donne: il 20 e il 29 ottobre

Roma, 12 ottobre 2011 – L’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena partecipa al prossimo appuntamento dedicato alle donne: la Giornata Mondiale dell’Osteoporosi.
Per la campagna di sensibilizzazione  promossa da O.N.Da sono due gli appuntamenti in programma: il 20 ottobre distribuzione di opuscoli per informare sulla malattia e sulla sua prevenzione, il 29 “porte aperte” alle donne, affette da malattia oncologica, che desiderano effettuare l’esame di densitometria ossea ad ultrasuoni. L’esame diagnostico, che rientra nel percorso di cura delle pazienti degli Istituti, consente di valutare il livello di osteoporosi, che può raggiungere anche una certa gravità a causa di particolari terapie. Gli Istituti, sempre attenti al benessere femminile, sono tra i 95 ospedali italiani ‘a misura di donna’ premiati con i Bollini Rosa dall’ Osservatorio Nazionale sulla salute della Donna – O.N.Da.

Il problema dell’osteoporosi colpisce circa 3 donne per ogni uomo. E’una patologia che si manifesta per lo più dopo la menopausa: per una donna caucasica di 50 anni, il rischio di avere in futuro una frattura da osteoporosi è del 30- 40%. L’Istituto Regina Elena pone una particolare attenzione alle osteoporosi giovanili e secondarie alla malattia oncologica anche a causa dell’uso prolungato di alcuni farmaci. I pazienti oncologici, infatti,  a seguito dei trattamenti terapeutici, possono andare incontro, se donne,  a menopausa precoce con frequente insorgenza di problematiche legate al metabolismo osseo, oppure subire gli effetti demineralizzanti di farmaci quali gli steroidi. “Il trattamento della malattia metabolica ossea – precisa la Prof.ssa Appetecchia, Responsabile dell’Endocrinologia IRE –  si rende ancor più necessaria nel paziente oncologico per un miglioramento complessivo della sua compliance. Il percorso di cura delle pazienti dell’Istituto Regina Elena prevede in alcuni protocolli la esecuzioni di esami di laboratorio e strumentali per la valutazione dello stato metabolico dell’osso (p.e. la Densitometria Ossea ad Ultrasuoni e la Mineralometria Ossea Computerizzata a raggi X) per stabilire la eventuale presenza di osteopenia/osteoporosi e programmare adeguate terapie ricalcificanti. Il loro trattamento infatti può basarsi su indicatori diversi da quelli di pazienti con malattia osteoporotica non oncologici.”
All’Istituto Regina Elena la campagna prevede due giornate.  La prima, il 20 ottobre, sarà dedicata alla consapevolezza del problema tutto femminile con la distribuzione di materiale informativo sulle regole da seguire per ridurre il rischio di osteoporosi. Il 29 p.v. invece, si potrà effettuare gratuitamente l’esame diagnostico di densitometria ossea ad ultrasuoni prenotandosi al numero 06 52665338 o direttamente presso l’ Endocrinologia.


Leggi Ancora

Lascia una risposta