Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Piccoli gesti che.. fanno la differenza

Postato da on apr 7th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Differenziare la raccolta dei rifiuti è una delle sfide più importanti che Regione, Comuni e cittadini stanno  affrontando per garantire al territorio del Lazio decoro urbano e tutela ambientale.

Una corretta raccolta differenziata dei rifiuti consente, infatti, il recupero ed il riciclo dei prodotti di scarto, abbassando contemporaneamente l’utilizzo delle discariche ed il rischio di danni all’ambiente, alla salubrità dell’aria e alla salute degli abitanti delle città.

La Regione Lazio, attraverso l’Assessorato ai rifiuti e alle reti energetiche, ha avviato un programma di interventi e di azioni finalizzato a promuovere la raccolta differenziata in tutto il territorio regionale, delegando a Province e Comuni l’attuazione di iniziative utili alla gestione dei rifiuti e al rispetto dell’ambiente.

Nel Lazio ogni anno vengono prodotti 3 milioni e 300 mila tonnellate di rifiuti, per una produzione pro capite annuale di 604 chilogrammi. Una montagna di rifiuti che non può essere smaltita correttamente attraverso le discariche o i termovalorizzatori. Occorre diversificare.

Nel 2007 il livello di raccolta differenziata nel Lazio era ancora fermo al 12%. Per questo la Regione ha avviato una campagna straordinaria di informazione per spiegare i benefici della differenziata e sensibilizzare famiglie, cittadini ed imprese sul tema della corretta gestione dei rifiuti e sull’esigenza di attuare la raccolta differenziata.

Grazie alla campagna regionale, nel 2008 nel Lazio il livello di differenziata è cresciuto sensibilmente. Ma occorre fare di più . Il Governo nazionale, infatti, attraverso il decreto legislativo 152 del 2006, ha fissato per le regioni l’obbiettivo di raggiungere entro il 31 Dicembre 2012 un livello di raccolta differenziata pari ad almeno il 65%.

Per questo la Regione Lazio ha avviato un articolato programma per gestire al meglio l’emergenza rifiuti.

Il piano rifiuti è il principale strumento di programmazione con cui la Regione stabilisce le direttive e le linee-guida a Province e Comuni del Lazio per lo smaltimento dei rifiuti, il riciclo degli scarti, la tutela della salute dei cittadini e la difesa dell’ambiente.

Sempre nel 2009, inoltre, l’Assessorato ai rifiuti e alle energie della Regione ha stanziato 106 milioni di euro. Importanti risorse economiche destinate a finanziare le azioni e le iniziative adottate dalle amministrazioni comunali per aumentare i livelli di raccolta differenziata da parte di cittadini, famiglie e imprese. Un progetto ambizioso, per garantire un futuro sereno e pulito alle nostre città.

Differenziamoci

A cosa serve la raccolta differenziata dei rifiuti?

Discariche a cielo aperto, colme di ogni genere di rifiuti, strade sporche, cumuli di immondizia; immagini che non vorremmo più vedere.

L’era dell’usa e getta costituisce una minaccia per l’ambiente e per la salute dei cittadini, soprattutto per i più deboli e per i i bambini.

Le stesse discariche controllate, dove finiscono in modo indiscriminato i rifiuti delle città, sono in fase di esaurimento.

Una risposta c’è. Si chiama raccolta differenziata dei rifiuti: una sistema che consente di smaltire e riciclare i rifiuti, tutelando il decoro urbano, difendendo l’ambiente e la salubrità dell’aria.

L’utilità della raccolta differenziata sta nella possibilità di riciclare i materiali di scarto.

Pensiamo alle migliaia di scatole, lattine, bottiglie e barattoli che ogni giorno acquistiamo nei negozi e poi, una volta utilizzato il contenuto, gettiamo nella spazzatura.

Sono sostanze fortemente inquinanti. Ma se verranno divise e poi trattate a livello industriale con moderni sistemi di riciclo, possono trasformarsi in nuovi oggetti.

Anche i rifiuti, dunque, possono creare ricchezza. E la raccolta differenziata ha proprio lo scopo di riutilizzare i prodotti di scarto per produrne di nuovi, con vantaggi economici e di natura ecologica, riducendo sprechi e spese di smaltimento.

Dal vetro riciclato si producono bottiglie in tutto uguali a quelle nuove, ma con forti risparmi di energia e materia prima.

La carta riciclata oggi è quasi identica a quella nuova, ma ha il vantaggio di essere prodotta senza dover abbattere alberi, con ridotte emissioni di anidride carbonica e minore consumo di acqua.

Grazie alle moderne tecnologie di riciclo, oggi le bottiglie in PET possono trasformarsi in maglioni in pile ed imbottiture per sedili e poltrone.

Nel Lazio numerosi comuni hanno avviato la raccolta differenziata, anche domiciliare.

La Regione sta sostenendo questa importante attività, stanziando risorse per far fronte alle spese sostenute dalle amministrazioni comunali.

E’ in gioco l’ambiente in cui viviamo e l’aria che respiriamo. Un obbiettivo al quale istituzioni, famiglie e imprese devono collaborare.

Perché ognuno deve sentirsi partecipe e responsabile del futuro delle nostre città.

E’possibile visionare i video relativi all’articolo ai seguenti link:  Italialivetube

Italialivetube

Italialivetube


Leggi Ancora

Lascia una risposta