Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Premio Leonide Massine: Positano premia la Danza

Postato da on set 1st, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Sabato 3 settembre 2011 alle ore 21,30, nell’ambito del Positano Myth Festival, nella splendida cornice della Spiaggia grande si svolgerà “Positano premia la danza – Léonide Massine” organizzato dal Comune di Positano, nella persona del Sindaco Michele De Lucia, con la direzione artistica di Daniele Cipriani e il patrocino del Ministero della Gioventù. Il Premio Positano, giunto ormai alla sua quarantaduesima edizione, cambia rotta, grazie all’intervento di Daniele Cipriani, nominato quest’anno direttore artistico, dirigendosi verso orizzonti di novità e freschezza, ricordando di essere al servizio di un’arte, la danza, in continua evoluzione. Daniele Cipriani ha voluto dare una veste nuova a questo premio, per sottolineare la natura internazionale della manifestazione, inserendo una giuria costituita da critici internazionali di fama mondiale, con il compito di fare le nomination: i più votati verranno premiati il 3 settembre, garantendo alle premiazioni un altissimo livello di prestigio internazionale. Daniele Cipriani è già Direttore Artistico di altri eventi a carattere internazionale fra i quali per la danza il Ravello Festival dal 2008 al 2010. Ha ottenuto premi e riconoscimenti tra cui la Targa d’argento del Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi, il Premio Monte dei Paschi, l’Italia che danza nel 2009 e il Premio Anita Bucchi Miglior spettacolo di danza dell’anno 2009 per “Apollineo e Dionisiaco” e nel 2010 per “I Miti della Danza omaggio a R. Nureyev e L. Massine”.

La giuria è composta da: il presidente Alfio Agostini (Ballet2000), Anna Kisselgoff (New York Times), Roger Salas (El Pais), Erik Aschengreen (Berlingske Tidendade di Copenhagen), Donatella Bertozzi (Il Messaggero), Clement Crisp (Financial Times), Dominique Frétard (Le Monde), Elisa Guzzo Vaccarino (Il Giorno). Un nuovo nome, un prestigioso comitato di assegnazione dei premi, grandi nomi della danza di ieri, di oggi e di domani saranno i protagonisti de POSITANO premia la danza Léonide Massine. Tutti raccolti intorno all’unica vera passione: quella della danza.

Fra i premiati di quest’anno ci sono le maggiori rappresentanze dei teatri del mondo: DANZATRICE DELL’ANNO SULLA SCENA INTERNAZIONALE : Natalia Osipova (stella del Bolshoi di Mosca), DANZATORE DELL’ANNO SULLA SCENA INTERNAZIONALE Ivan Vassiliev (stella del Bolshoi di Mosca), DANZATRICE DELL’ANNO SULLA SCENA CONTEMPORANEA Cristiana Morganti (della compagnia di Pina Bausch), DANZATRICE EMERGENTE SULLA SCENA INTERNAZIONALE Tiler Peck (New York City Ballet), DANZATORE EMERGENTE SULLA SCENA INTERNAZIONALE Alban Lendorf (Balletto Reale Danese ), DANZATRICE EMERGENTE SULLA SCENA CONTEMPORANEA Blakeley White-McGuire (Martha Graham Dance Company), COMPAGNIA D’AUTORE La La La Human Steps – Direttore Artistico Edouard Lock (Compagnia canadese), PREMIO MASSINE LEGACY Susanna Della Pietra (assistente storica di Léonide Massine), PREMIO ALLA CARRIERA Elisabetta Terabust (étoile mondiale direttrice di molti teatri fra i quali il Teatro alla Scala, il Teatro dell’Opera di Roma e il San Carlo di Napoli)

Ulteriore novità: il direttore artistico, Daniele Cipriani, e il Sindaco, Michele de Lucia, hanno avuto l’idea di coinvolgere Franco Zeffirelli, da sempre legato alla città di Positano: il Maestro ha voluto donare un suo bozzetto de “Il Turco in Italia” che sarà da quest’anno il premio.

Positano e l’Isola di Li Galli sono state le mete turistiche dei più grandi geni della danza del secolo scorso. Per le loro strade sono passati personaggi del calibro di Sergej Diaghilev e Vaslav Nijinsky. Léonide Massine e Rudolf Nureyev hanno amato questa terra al punto da voler acquistare l’isola Li Galli.

Il grande interesse che il mondo della danza ha sempre avuto per questa terra è stato il motivo per il quale il 2 agosto 1969 è nato il Premio Positano. Dieci anni dopo la prima edizione, alla morte di Léonide Massine, il premio venne intitolato a suo nome.

In omaggio a Massine ci sarà anche la mostra “Massine, il mito: Parade, Cappello a tre punte e Pulcinella” che sarà inaugurata il 3 settembre (fino all’11) con costumi e bozzetti delle scene ricostruiti dal Teatro dell’Opera di Roma basandosi sui bozzetti di Pablo Picasso, foto e programmi originali dell’epoca.

Corinna Lucianelli


Leggi Ancora

Lascia una risposta