Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Presentati a Tokyo in una conferenza stampa i vincitori del Praemium Imperiale 2011

Postato da on ott 19th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

TOKYO, 18 ottobre – Si è tenuta ieri a Tokyo la conferenza stampa di presentazione dei cinque vincitori del Praemium Imperiale 2011.

Come annunciato a luglio, lo statunitense Bill Viola (pittura), il britannico Anish Kapoor (scultura), il messicano Ricardo Legorreta (architettura), il giapponese Seiji Ozawa (musica) e l’attrice britannica Premio Oscar Judi Dench domani mercoledì 19 ottobre riceveranno il Praemium Imperiale dal Principe Hitachi, fratello minore dell’Imperatore e Patrono Onorario della Japan Art Association, organizzatrice del premio.

Gli artisti sono premiati per i risultati conseguiti e per l’influenza esercitata sul mondo delle arti visive, dell’architettura, della musica, del cinema e del teatro.

·         Bill Viola è uno dei più prestigiosi esponenti della videoarte. Le sue opere sono caratterizzate da una grande originalità, capace di combinare in maniera inedita immagini, movimenti e suoni.
·         Anish Kapoor è tra i maestri più acclamati della scultura inglese degli ultimi vent’anni. È famoso per i lavori con le polveri colorate, per l’uso di materiali non tradizionali e per l’associazione di forme organiche di dimensioni monumentali.
·         Ricardo Legorreta è il più importante architetto messicano vivente ed è il primo artista di quel paese ad essere insignito del Praemium Imperiale.
·         Seiji Ozawa è il maggior direttore d’orchestra giapponese, famoso per un repertorio che spazia dai classici fino ai compositori del ‘900.
·         Judi Dench, considerata una delle più grandi attrici shakespeariane inglesi, ha vinto il Premio Oscar nel ’98 per la sua interpretazione della Regina Elisabetta I in “Shakespeare in love”.

Come ogni anno i candidati al Praemium Imperiale sono stati selezionati dai comitati di Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia e Stati Uniti presieduti dai rispettivi Consiglieri internazionali, tra cui figurano statisti e personalità di spicco del mondo imprenditoriale e finanziario. A rappresentare l’Italia il Presidente Lamberto Dini, successore nell’incarico ad Amintore Fanfani e Umberto Agnelli.

L’anno scorso i premi sono stati assegnati a Enrico Castellani per la pittura, Rebecca Horn per la scultura, Toyo Ito per l’architettura, Maurizio Pollini per la musica e Sophia Loren per il teatro/cinema.


Leggi Ancora

Lascia una risposta