Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Prosegue il piano di rimpatri: nell’ultima settimana sono rientrati 600 tunisini

Postato da on set 26th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lo riferisce il ministro dell’Interno Maroni a margine della cerimonia di consegna di due immobili sequestrati alla criminalità organizzata al comune di Castellanza (Va)

«Abbiamo evacuato Lampedusa» ha annunciato il ministro dell’Interno Roberto Maroni da Castellanza, in provincia di Varese, dove si è recato per partecipare alla cerimonia di consegna di due immobili sequestrati alla criminalità organizzata.
«Nell’ultima settimana – ha aggiunto – sono stati rimpatriati circa 600 tunisini, oggi partono due voli e la settimana prossima altri dieci». Gli extracomunitari prelevati da Lampedusa che si trovano attualmente a Palermo «saranno tutti rimpatriati nel giro di pochi giorni».
Maroni è soddisfatto dell’accordo sottoscritto con la Tunisia «perché funziona». Ieri, infatti, ha riferito ancora Maroni, «la Guardia costiera tunisina ha fermato un barcone che stava partendo per l’Italia».

Proprio il timore di un provvedimento di rimpatrio, secondo il sottosegretario all’Interno Sonia Viale, aveva fatto scattare nei giorni scorsi la protesta nel centro di Lampedusa sfociata poi in atti vandalici. Gli incidenti, però, non hanno modificato il piano dei rimpatri che è proseguito senza rallentamenti, come concordato anche con le autorità tunisine.
Il sottosegretario ha visitato ieri anche il centro di identificazione ed espulsione di Torino danneggiato nei giorni scorsi dai disordini augurando pronta guarigione agli agenti, ai militari e agli operatori della Croce Rossa Italiana rimasti feriti. I lavori necessari al ripristino delle zone danneggiate saranno effettuati nel più breve tempo possibile.

L’attenzione su quanto sta accadendo, precisa il Viminale, è massima e costante.

Fonte: Ministero dell’Interno

 


Leggi Ancora

Lascia una risposta