Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Qualche precauzione prima del viaggio

Postato da on giu 21st, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

 

Una frattura in vacanza e dite addio a un centinaio di migliaia di euro. Questa è la storia di un italiano che in viaggio di nozze in Brasile a causa di un’onda molto violenta si è procurato una frattura cervicale, dopo un primo ricovero in un ospedale pubblico, viene trasferito in una struttura privata, la direzione sanitaria gli chiede 70 mila euro per l’operazione e 60 mila per la riabilitazione. Lo sfortunato e poco previdente 40 enne di Torino oggi si trova al Cto, ma prima di poter tornare a casa e farsi curare dal nostro sistema sanitario ha dovuto sborsare una grossa fetta della somma richiesta. Questo non è purtroppo l’unico caso in Italia, colpa la disinformazione, per questo la Asl di Torino ha anche organizzato un convegno al riguardo per informare la cittadinanza sulle precauzioni da prendere in caso di viaggi all’estero. Se ci si trova in Europa, grazie alla convenzione bilaterale si ha diritto alle cure, ma al di fuori dell’Unione europea non esistono convenzioni e allora è necessario ricorrere a delle assicurazioni private, i medici consigliano massimali alti, ed inoltre informano che esistono alcune tipologie assicurative in cui non è necessario anticipare il denaro. E’ poi sufficiente andare sul sito del Ministero degli Affari esteri per trovare tutte le precauzioni sanitarie richieste in ciascuno Stato, sono indicati i vaccini e le Asl di riferimento per la somministrazione, ci sono poliambulatori situati in ogni parte della città, e potrete quindi scegliere comodamente  quello che vi è più vicino. Visto che la prudenza non è mai troppa, prima di partire un ultimo consiglio, iscrivetevi sul sito del Ministero degli Affari Esteri, di modo che qualsiasi cosa accada il nostro Stato saprà sempre come rintracciarvi.

Fonte: repubblicatorino


Leggi Ancora

Lascia una risposta