Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Quello che la TV non ci ha fatto vedere.. a causa della campagna elettorale

Postato da on feb 26th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Non è andato in onda. Lo sgombro dell’area dell’ex Opera Sila a Rosarno, negli ultimi tempi luogo di concentrazione per gli immigrati, non è andato in onda. La rivolta scaturita da sparatorie che hanno portato in ospedale braccianti africani, non è andata in onda. Le drammatiche condizioni in cui versano gli stranieri nel comune calabrese, gli episodi di violenza, i comportamenti razzisti, tutto questo non è andato in onda. La ragione è che il servizio, curato da Paolo Naso, è stato ritenuto in contrasto con la normativa relativa alla programmazione televisiva in tempi di campagna elettorale, normativa che vieta alle rubriche non giornalistiche di affrontare argomenti in qualche modo riconducibili a tematiche politiche. Per questo la trasmissione Protestantesimo ha dovuto cancellare dalla puntata del 21 febbraio il documentario sulla realtà di Rosarno, nonostante, come osserva l’autore, non vi sia alcun riferimento ai protagonisti della politica o alle imminenti elezioni regionali. Al centro del lavoro sono, semmai, le esigenze della comunità africana a Rosarno, le ingiustizie che talvolta hanno dovuto subire, ma anche il sostegno che le chiese della Calabria e della Sicilia offrono loro.

Questo non è un argomento politico, questo è un argomento di grande interesse sociale.

Questo non è andato in onda.

Fonti:  Nigrizia


Leggi Ancora

Lascia una risposta