Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Ricerca; gambe biomeccaniche: ottimi risultati

Postato da on lug 9th, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Ingegneri statunitensi hanno creato il più avanzato paio di gambe biomeccaniche del mondo. Sono grandi circa la metà di quelle umane e riescono a mimare alla perfezione l’atto del camminare, si alzano e si abbassano usando dei sensori posti alla base dei piedi che aiutano un piccolo computer ad aggiustare l’andatura a seconda della superficie sulla quale si muovono. Lo scheletro meccanico imita le tre articolazioni fondamentali: le anche, le ginocchia e le caviglie; mentre i muscoli sono sostituiti da cinghie che consentono alla gamba di alzarsi e abbassarsi.  I movimenti sono determinati da un sistema elettronico che imita quello neurologico posto alla base della colonna vertebrale che rende questa attività semi autonoma rispetto al cervello. Negli esseri umani questo sistema produce segnali muscolari ritmici dopo aver ottenuto le informazioni necessarie sull’ambiente da varie parti del corpo. I ricercatori hanno combinato tre elementi: quelli biomeccanici, un sistema elettronico, e dei sensori. Quando i tre componenti vengono aggregati si ha un risultato abbastanza soddisfacente. Lo step successivo sarà quello di incorporare uno strumento che consenta di controllare l’andatura del movimento; che corregga velocemente eventuali “passi falsi”.  Le gambe meccaniche sono state progettate per capire in modo approfondito come gli esseri umani imparino a camminare, con l’obiettivo di poter intervenire in futuro su pazienti che hanno danni permanenti alla colonna vertebrale.

Fonte: CosmosMgazine.it

 


Leggi Ancora

Lascia una risposta