Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Ricordare qualsiasi istante delle vita è una malattia, si chiama ipertinesia

Postato da on gen 14th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Si sa che gli esseri umani sono tutti diversi, tanto diversi che ci sono alcuni individui dotati di una memoria super sviluppata che gli consente di ricordare i momenti e i particolari più insignificanti delle propria esistenza.

A sentirla così la signora Price, 45-enne di New York e i suoi altri sette colleghi sembrano proprio invidiabili anche perché si sa che buona parte dell’intelligenza di un individuo è data proprio dalla memoria. Invece gli esperti dicono si tratti di una malattia chiamata ipertinesia, che porta queste persone  a passare la maggioranza del loro tempo a ricordare episodi passati e a sviluppare atteggiamenti compulsivi.

Comunque sia, alla domanda di un giornalista del Sueddeutsche Zeitung sulle vicende avvenute il 19 Luglio del 1989 la signora Price risponde senza il minimo sforzo: “Era mercoledì e al telegiornale diedero la notizia di un disastro aereo in cui il Pilota ed alcuni passeggeri riuscirono a salvarsi”. La memoria di queste persone non è tuttavia quella di un computer, ci sono comunque meccanismi di selezione delle informazioni, come spiega la paziente: “Io ricordo particolarmente bene tutto cio che riguarda gli aerei che ritengo affascinanti e tutto ciò che riguarda la mia vita personale”.


Leggi Ancora

Lascia una risposta