Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Rifiuti elettrici ed elettronici… e adesso che ci facciamo?

Postato da on feb 23rd, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Plastica, carta, alimenti, queste le categorie che compaiono sui cassonetti della spazzatura per consentire la raccolta differenziata.. e gli elettrodomestici? Dove possono trovare posto?

 Il Ministro dell’Ambiente Prestigiacomo, già durante gli ultimi mesi del 2009, aveva dichiarato che presto sarebbe stata elaborata una precisa regolamentazione in merito al riciclaggio di apparecchiature elettriche ed elettroniche; l’idea era quella di consentire ai cittadini, al momento di un nuovo acquisto, di consegnare il vecchio apparecchio al negoziante, in modo che potesse farsi da tramite con le strutture  deputate ad eseguire il processo di smaltimento; tuttavia l’iniziativa stenta a decollare. Non sono, per esempio,  state stabilite le tariffe per la copertura degli oneri e non sono state avviate le procedure legate al trasporto dei rifiuti pericolosi.

I RAEE  (rifiuti ambientali elettrici ed elettronici) contengono sostanze tossiche e sono, quindi, potenzialmente dannosi per l’ambiente e per la salute dei cittadini.

Necessario, quindi, intervenire tempestivamente per normalizzare la situazione.

Fonti:


Leggi Ancora

Lascia una risposta