Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Salviamo gli oceani

Postato da on mag 28th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Uno degli interessi principali delle politiche ambientali a livello globale è la riduzione delle emissioni di c02, i cui effetti negativi sull’uomo e sull’ambiente sono al centro di un intenso dibattito culturale di risonanza mondiale. Fra le ripercussioni dannose determinate da un aumento dei livelli di CO2 vi è l’acidificazione degli oceani. E’ stato stimato, infatti, che ogni anno questi assorbono 8 miliardi di tonnellate di CO2, il che è causa diretta di un processo di acidificazione delle acque. Fatto, questo, che rappresenta un enorme minaccia per la sopravvivenza di moltissimi microrganismi marini; a rischio plankton, coralli e diverse specie marine come molluschi e crostacei. L’abbassamento del ph delle acque compromette la disponibilità di ioni di carbonato di calcio, necessari per la costituzione di gusci di carbonato di calcio, a loro volta indispensabili per la vita del fitoplancton, alghe minuscole che costituiscono la base della catena alimentare marina.
Secondo il Prof. Potts, studioso esperto di biodiversità marina, sostiene che a rischio sarebbero non soltanto la barriera corallina e le strutture calcificate, ma ci sono seri pericoli di interruzzione di interi ecosistemi.
Proprio per approfondire le problematiche legate al fenomeno di acidificazione degli oceani, sta per essere avviata da Green Peace la spedizione “Arctic Under Pressure”, un viaggio a bordo della nave Esperanza nei dintorni dell’Arcipelago delle Svalbard nel mar glaciale artico, che permetterà agli scienziati dell’istituto di ricerca tedesco IFM-GGEOMAR di effettuare delle indagini.

Fonti: Green Peace Ok  Ambiente


Leggi Ancora

Lascia una risposta