Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

San Faustino: spesa per single costa 64 % in piu’

Postato da on feb 15th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

I single spendono per gli acquisti alimentari il 64 per cento in piu’ rispetto alla media delle famiglie italiane. E’ quanto emerge da una analisi della Coldiretti divulgata in occasione di San Faustino, eletto da tempo a protettore degli “scoppiati”, sulla base dei dati Istat relativi ai consumi delle famiglie. La spesa media per alimentari e bevande di un single è di 304 euro al mese, superiore del 64 per cento rispetto – sottolinea la Coldiretti – ai 185 euro  al mese destinati alla tavola da ogni singola componente di una famiglia tipo italiana formata da in media da 2,5 persone. I motivi della maggiore incidenza della spesa sono certamente da ricercare – sostiene la Coldiretti – nella necessità per i single di acquistare spesso maggiori quantità di cibo per la mancanza di formati adeguati che comunque anche quando sono disponibili risultano molto piu’ cari di quelli tradizionali. Ad incidere sulla spesa mensile dei single sono nell’ordine – precisa la Coldiretti – la carne (63 euro), l’ ortofrutta (59 euro), pane, pasta e derivati dai cereali (51 euro), latte, yogurt e formaggi (41 euro), bevande (29 euro), pesce (25 euro), zucchero, caffè (24 euro) e per ultimo oli e grassi (12 euro). Ad incrementare la spesa alimentare – continua la Coldiretti – è anche l’elevata presenza di sprechi perché è piu’ facile, per la confezione di latte aperto, la mozzarella, la confezione di insalata aperta, i tortelloni iniziati rimanere in fondo al frigorifero ed essere inesorabilmente gettati nella pattumiera. I giovani single sono anche – precisa la Coldiretti – un segmento di popolazione con uno stile di vita attento a risparmiare tempo a favore del lavoro e soprattutto dello svago, che privilegia il consumo di piatti pronti a piu’ elevato costo che incidono maggiormente sulla busta della spesa. Peraltro – continua la Coldiretti – un numero crescente di single, soprattutto tra i giovani,  si dedica con passione alla cucina con scelta attenta degli ingredienti spesso acquistati direttamente dagli agricoltori nei mercati di campagna amica di cui rappresentano una fetta importante di clientela. I prodotti più acquistati, oltre alla frutta e verdura di stagione, sono i formaggi, i salumi ed il vino di qualità da non far mancare – conclude la Coldiretti – nelle serate speciali per se stessi o per gli altri.


Leggi Ancora

Lascia una risposta