Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Scoperto vaccino contro AIDS, ma i risultati sono parziali

Postato da on ott 21st, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

La National Institute of Allergy and Infectious Diseases, insieme al governo degli Stati Unitie e a quello Thailandese, hanno sponsorizzato delle ricerche per trovare un vaccino contro il contagio da Aids. La sperimentazione è iniziata nel 2003 ed è stata testata su un gruppo di persone tra i 18 e i 30 anni. I farmaci coinvolti nella ricerca sono l’Alvac realizzato da Sanofi Pasteur, e Aidsvax. Lo scorso mese gli scienziati hano annunciato la scoperta di un vaccino che sembrerebbe efficace. Inizialmente i risultati presentati sembravano molto promettenti. Le sperimentazioni sono state condotte in Thailandia, dove il farmaco ha impedito il contagio di circa un terzo dei 16mila volontari. Ad oggi le dichiarazioni degli scienziati coinvolti si fanno molto più caute, ammettono che la scoperta di questo vaccino, RV144, non può essere considerata un punto di arrivo, però sono fiduciosi e ritengono questo risultato possa essere una guida per inidirizzare le ricerche future. L’RV144  ha abbassato il richio di infezione del 31,2 %, infatti ci sono state 74 infezioni nel gruppo placebo (coloro ai quali non era stato somministrato il farmaco) e 54 nel gruppo a cui era stato dato. Se per un verso la notizia dell’efficacia, pur parziale del farmaco, è positiva visto che nessuna precedente sperimentazione aveva condotto a risultati di pari livello, dall’altro lato alcuni scienziati sono più cauti, e ritengono che i risultati finora raggiunti possano non essere indicativi, visto il basso numero di persone coinvolte nella ricerca. Il farmaco agisce in due fasi, una prima di spinta in cui il farmaco spinge il sistema immunitario ad attaccare il virus, ed una seconda in cui viene rafforzata la risposta immunitaria.

Fonte timesonline.co.uk


Leggi Ancora

Lascia una risposta