Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Sembra paradossale ma le aree boschive di oggi sono troppo selvagge

Postato da on nov 29th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Secondo Plantlife, un’organizzazione ambientalista inglese, anche se le aree boschive sono aumentate rispetto a 20 anni fa, i loro habitat naturali stanno lentamente mutando. Il problema è che nonostante oggi ci sia molta più attenzione per la conservazione di questi territori, sono totalmente abbandonati a loro stessi, per cui se da un lato la superfice verde è aumentata dall’altro è sempre più selvaggia. Anni fa le aree boschive erano luoghi più vissuti, oggi la vita si è spostata nei centri urbani e le piante crescono indisturbate. Le cime degli alberi diventano talmente fitte da impedire ai raggi del sole di filtrare nel sottobosco, causandone la distruzione, sarebbe quindi opportuno, sostiene Plantlife, potare le cime degli alberi. La ricchezza del bosco è data dalla biodiversità, allora dicono gli esperti, sarebbe bene reintrodurre i pascoli che cibandosi di erbacce avvantaggerebbero la sopravvivenza e la stabilizzazione di altre specie; sostenere la biodiversità significa garantire la sopravvivenza di tutti gli anelli della catena alimentare dalle piante ai predatori.  E’ naturale che se le specie del sottobosco muoiono gli insetti che se ne cibano migrano e così via. Il messaggio di Plantlife è quindi: “maggiore attenzione alla qualità piuttosto che alla quantità”.

Fonte: BBC News


Leggi Ancora

Lascia una risposta