Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Sorgenti idriche dei Monti Reatini tra le mire del Colonnello Gheddafi

Postato da on set 14th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

L’acqua è un bene comune, pubblico ed universale. Da mesi ormai milioni di cittadini ed associazioni si stanno mobilitando in tutta Italia per ribadire questo concetto, e per chiarire alle nostre Istituzioni la ferma contrarietà degli italiani alla privatizzazione delle reti idriche nazionali. Ma mentre in Italia si discute, il Colonnello Gheddafi punta ad azioni concrete, con l’avallo del suo compagno in affari. Sembra infatti che i libici si stiano accordando con le nostre Istituzioni per la cessione delle riserve idriche sotterranee dei Monti Reatini. L’Economist ne aveva già parlato nel 2008, si tratta per la precisione di un investimento di circa 15 o 16 milioni di euro nel Comune di Antrodoco, dove si trova una sorgente di acqua sulfurea. I fondi infatti dovrebbero essere utilizzati per la costruzione di un Hotel extra lusso con annesso Beauty center.

Quanto affermato dal Presidente di Legambiente è confermato dai Consiglieri della regione Lazio, Mario Perilli ed Enzo Foschi, che hanno chiesto delucidazioni al Sindaco di Antrodoco, in merito alla faccenda.

La preoccupazione inoltre verte sulle riserve idriche di Peschiera, sorgenti che forniscono acqua purissima alla stragrande maggioranza dei romani, per il momento nessun accenno è stato fatto a queste risorse, ma l’accordo sullo sfruttamento delle sorgenti dei Monti Reatini potrebbe rappresentare solo il primo passo di un’operazione molto più vasta.

Fonte: Legambientelazio


Leggi Ancora

Lascia una risposta