Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Sorrisi frequenti? Secondo un team di ricercatori americani è una strategia di inserimento sociale

Postato da on ott 18th, 2012 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Se qualcuno ti sorride, gli sorridi di rimando? Ciò dipende da quanto senti di essere potente. I ricercatori hanno reclutato 55 partecipanti e chiesto loro di scrivere piccole descrizioni di ciò che li fa sentire potenti, come per esempio situazioni in cui si è in una posizione di comando rispetto ad altre persone e come si sentivano quando qualcuno aveva il controllo su di loro. I partecipanti hanno poi guardato dei video su persone di ceto alto e basso come medici e lavoratori dei fast food, sorridenti e imbronciati. Mentre i volontari guardavo i video gli scienziati hanno registrato le loro espressioni facciali, sorrisi e visi corrucciati. I risultati hanno mostrato che chi fra i partecipanti si sentiva più potente mostrava empatia per le persone professionalmente meno affermate, mentre coloro che si sentivano meno sicuri di sé mostravano empatia verso tutti i casi presentati nei filmati. Secondo gli scienziati i risultati dei loro test indicano che le persone che si sentono meno sicure di se stesse tendono a sorridere di più agli altri per migliorare la loro condizione sociale. 

Fonte: Science.com


Leggi Ancora

Lascia una risposta