Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Spagna: come trasformare un uomo in un fantasma in cinque giorni

Postato da on mar 11th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

censuraCinque giorni di silenzio e isolamento totale. E’ quanto previsto dalle autorità spagnole in caso di arresti legati alla questione della lotta per l’indipendenza da parte dei paesi baschi.

Cinque giorni che, stando alla ricostruzione effettuata sulla base delle denunce avanzate, si trasformano in un segno indelebile destinato a perdurare tutta la vita: torture fisiche e psicologiche vengono perpetuate sui prigionieri politici che, non potendo comunicare con nessuno durante questo periodo di tempo, diventano fantasmi in mano alle forze di polizia. Fantasmi perché per cinque giorni nessuno sa niente di loro, fantasmi perché talvolta è così che vengono ridotti a seguito di violente percosse, fantasmi perché un uomo al quale viene tolto il diritto di comunicare con il mondo che lo circonda, diventa invisibile.

Secondo le segnalazioni, gli episodi di tortura si verificano non soltanto in corso di interrogatori, ma già prima, durante il tragitto che conduce gli arrestati a Madrid.

Il relatore speciale per la tortura delle Nazioni Unite, Manfred Nowak, in un documento pubblico, rinnova il suo invito alle autorità spagnole affinché venga avviato al più presto un cambiamento nelle procedure di arresto dei prigionieri politici, sopratutto per quel che concerne il periodo di incomunicacion che accompagna i primi 5 giorni.

Fonti: Peace Reporter


Leggi Ancora

Lascia una risposta