Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Sport: Pella presenta parere a comitato delle regioni

Postato da on apr 15th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

n ruolo piu’ forte dell’Ue nella promozione dello sport a livello locale. E’ quanto chiede a Bruxelles il delegato ANCI per le politiche giovanili e lo sport Roberto Pella, che ha presentato al Comitato delle Regioni il documento di lavoro sul parere intitolato ‘’Sviluppare la dimensione europea dello sport’’.
‘’E’ estremamente positivo – ha dichiarato Pella – che ci sia un’apertura molto forte della Commissione europea proprio grazie all’articolo 165 del Trattato di Lisbona che da’ competenze molto chiare all’Ue in materia sportiva. Nella prima discussione in commissione al Comitato delle regioni abbiamo posto l’accento su materia di grande importanza per gli enti regionali e locali. Abbiamo chiesto l’utilizzo dei fondi strutturali e di quelli destinati a cultura e sviluppo sociale per poter individuare linee di finanziamento per lo sport, in particolare per l’impiantistica con i fondi strutturali e per la creazione di occupazione in ambito sportivo con il fondo sociale europeo’’.
‘’La Commissione europea ha dimostrato grande apertura sul tema sportivo, per il quale verranno aperte a partire dal 2014 specifiche linee di finanziamento. A Bruxelles – sottolinea – abbiamo registrato un forte consenso da parte dei membri del Comitato sulla proposta di allentare il patto di stabilita’ sulle materie sportive, con gia’ accaduto per le iniziative in campo culturale. Questa proposta va nella stessa direzione di quanto formulato anche dall’ANCI a livello nazionale’’.
‘’Nel documento – aggiune Pella – vengono trattati i problemi riguardanti l’insegnamento in ambito scolastico e l’ampliamento delle ore di lezione sull’attivita’ motoria ed in questo senso abbiamo presentato la buona prassi italiana del progetto sull’alfabetizzazione motoria promosso da Coni, Ministero dell’istruzione e dagli Enti locali. Il documento affronta anche i problemi della violenza negli stadi e della sicurezza delle strutture ma anche il tema del doping. Tra le proposte formulate c’e’ anche quella di destinare una minima parte dei proventi delle scommesse per sovvenzionare gli eventi sportivi e anche di utilizzare i beni confiscati alle mafie per la realizzazione di strutture sportive. Le cifre fornite dal Vicepresidente della Figc Demetrio Albertini, che ho designato come esperto per il mio parere, sono incredibili: ogni anno in Italia si scommettono oltre cinque miliardi di euro sugli eventi sportivi. Sarebbe molto importante se una parte anche piccola di questa quota servisse per finanziare lo sport, a livello italiano ed europeo’’.
‘’Inoltre, e’ piaciuta molto ai membri del Comitato e della commissione europea la proposta di avviare a livello europeo un fondo di solidarieta’ dove i privati possono contribuire con dei fondi allo sviluppo dello sport, sul modello di quanto realizzato con successo in Francia. Il contributo di Albertini al parere dara’ forte rilevanza a questa iniziativa che approdera’ in giugno in commissione Educ e il 6 e 7 ottobre in plenaria del Comitato delle regioni. La prossima settimana – conclude – incontreremo il Presidente e il Segretario generale del Coni per ricevere un ulteriore contributo al testo che presenteremo al Comitato delle regioni’’.


Leggi Ancora

Lascia una risposta