Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Thailandia, aereo su torre di controllo: tra gli italiani a bordo madre e figlia ferite

Postato da on ago 5th, 2009 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

L'aereo schiantato al suolo

L'aereo schiantato al suolo

BANGKOK (4 agosto) – Un aereo della compagnia aerea privata thailandese Bangkok Airways è slittato all’atterraggio sull’isola turistica di Samui, nel sud della Thailandia, dopo un volo interno, finendo contro una torre di controllo in disuso. L’aereo nello schianto ha preso fuoco. Nell’incidente ha perso la vita il pilota e tra i feriti (la compagnia aerea parla di sette persone) ci sono due italiane, madre e figlia. L’aereo era decollato dalla località di Krabi.

Le prime notizie sono arrivate dal sito Bangkok Post, che in un primo momento aveva addirittura parlato di 10 morti, precisando dopo che la vittima era solo una e 41 i feriti. Poi, in conferenza stampa, il presidente della compagnia ha comunicato che il bilancio dell’incidente è di un morto e sette feriti e che a bordo dell’ATR 72-500, al momento dell’atterraggio sull’isola Koh Samui, c’erano 68 passeggeri, oltre ai due piloti e due assistenti di volo. La vittima è uno dei piloti, Chartchai Pansuwan, che da 14 anni volava sull’Atr coinvolto nell’incidente ed era in servizio da 19 anni per Bangkok Airways. Quattro dei feriti, secondo la compagnia aerea, risultano in condizioni serie. A bordo del velivolo c’erano passeggeri italiani, britannici, spagnoli, tedeschi, israeliani e svizzeri.

L’incidente è avvenuto alle 14 locali di oggi (le 9 in Italia), sull’isola Koh Samui, una località a 700 km a sud di Bangkok, tra le mete turistiche più popolari del paese. L’ATR 72-500 della compagnia privata Bangkok Airways, che era decollato dalla provincia di Krabi, secondo le informazioni delle autorità thailandesi trasportava 68 passeggeri, in gran parte turisti, oltre all’equipaggio. La pioggia e il forte vento vengono ritenute le possibili cause dell’incidente.

Due italiane ferite
. L’Unità di crisi della Farnesina ha verificato con le autorità locali, attraverso l’ambasciata di Italia a Bangkok, la presenza di 10 turisti italiani a bordo dell’aereo, di cui due feriti. Sono madre e figlia che fanno parte di una famiglia di quattro persone in vacanza nel paese asiatico. La bambina, che ha 11 anni, non è grave. La madre ha riportato varie lesioni a una gamba: entrambe sono rimaste incastrate per qualche tempo nell’aereo. A raccontare all’Ansa dall’ospedale la dinamica dell’ incidente è stata la stessa ferita italiana, Mirella Gastaldi, 39 anni, che era in viaggio con il marito Giuseppe Iacovangelo, 40, e i loro figli di 8 e 11 anni. La famiglia vive a Ginevra.

La madre: «Ho temuto il peggio». «Sono ancora sotto shock», ha raccontato Mirella Gastaldi, originaria di Genova, che vive a Ginevra da 14 anni (il marito è figlio di immigrati pugliesi in Svizzera). «Non so per quanto tempo sono rimasta intrappolata, ho temuto il peggio», ha aggiunto. Giuseppe Iacovangelo ha spiegato che l’incidente non è stato preceduto da alcun avvertimento di pericolo a bordo dell’aereo, ma ha sottolineato di aver avuto l’impressione che il velivolo della Bangkok Airways stesse atterrando a velocità troppo sostenuta, viste anche le condizioni meteo sull’isola Koh Samui. La famiglia Iacovangelo occupava tutta la terza fila del volo. Nei due posti a sinistra sedevano la madre e la figlia undicenne, mentre il padre e il figlio di otto anni erano a destra. Nell’urto dell’aereo contro una torre di controllo in disuso, è stata proprio la parte sinistra a riportare i danni maggiori: madre e figlia sono rimaste per questo intrappolate per qualche tempo. La bambina è stata medicata in ospedale per alcune abrasioni, ma non ha alcuna ferita seria.

fonte Ansa.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta