Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Tracciabilità rifiuti: “per il sistema Sistri serve almeno un anno di sperimentazione”

Postato da on dic 17th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (Sistri) dovrebbe essere pienamente operativo dal 1 gennaio 2011. Ma, ad avviso di Confagricoltura, serve un periodo di adeguamento e vanno chiariti i punti dubbi della normativa che, oltre tutto, deve tener conto delle specificità agricole.

E Confagricoltura fa un esempio concreto riguardante le imprese agricole: gli adempimenti a loro carico richiedono la massima semplificazione e chiarezza, nonché particolari adattamenti, come nel caso del trasporto con trattrici dei propri rifiuti; ciò perché non è consentito su questi veicoli, che sono strumenti essenzialmente di lavoro, l’installazione a bordo di stabili e aggiuntivi dispositivi elettronici.

A tal proposito l’Organizzazione degli imprenditori agricoli rendendosi interprete delle numerose difficoltà incontrate dalle proprie imprese, ha inviato, unitamente ad altre forze agricole, una lettera al Presidente del Consiglio e al Ministro dell’ Ambiente per sollecitare un provvedimento di estensione, di almeno un anno, del periodo di sperimentazione del sistema.

Spiega una nota di Palazzo Della Valle: “Alcune rigidità onerose, grazie anche all’iniziativa di Confagricoltura, sono state attenuate; ad esempio, sono esclusi dall’iscrizione al sistema i conferimenti di rifiuti sino a 100 kg annui. Ma questo non è sufficiente. Occorre consentire alle imprese e agli operatori di disporre dei dispositivi elettronici necessari, nonché di familiarizzare con essi attraverso un adeguato periodo di formazione e sperimentazione”.


Leggi Ancora

Lascia una risposta