Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Tyrannybook: i diritti umani in rete

Postato da on mag 19th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Entra in facebook e ritroverai i tuoi vecchi compagni di scuola. Connettiti a Tyrannybook e troverai una serie di alleati, interessati come te alla difesa dei diritti umani. La grafica è la stessa del famoso social network, il meccanismo di accesso anche: iscrizione, login e sei dentro. Ma invece che visionare il profilo dei tuoi amici, avrai modo di accedere alla scheda relativa agli attuali leader del mondo che non hanno rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo nei loro territori, interagendo con altri utenti per contribuire ad accrescere il bagaglio delle informazioni in merito a questi personaggi. L’idea è stata promossa dalla filiale portoghese di Amnesty International, che ha stilato una lista degli uomini ritenuti al momento più pericolosi per la salvaguardia dei diritti umani, con l’obiettivo di creare una rete globale di osservatori che vigilino sui crimini compiuti dai dittatori e tiranni di oggi. Un’occasione per promuovere la divulgazione di notizie, affinchè maturi una coscienza comune e cresca il livello di sensibilizzazione verso quelle che sono le realtà più difficili in tutti gli angoli del mondo. Al momento i nomi indicati sono dieci: l’iraniano Ahmadinejad, Lubanga Dyilo della Repubblica Democratica del Congo, il serbo Karadzic, il sudanese Omar Al-Bashir, il birmano Than Shwe, il cinese Hu Jintau, il bielorusso Lukanshenko, il ceceno Kadyrov e, infine, Mugabe dello Zimbabwe e Kim Jong II della Corea del Nord. Potrebbe sorprendere l’assenza dall’elenco di un Putin o di altri ancora, ma Amnesty ha già annuncito nuove pubblicazioni a breve.

Fonti: Peacereporter


Leggi Ancora

Lascia una risposta