Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

UE: visione comune su Pac ed etichettatura

Postato da on ott 29th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Una visione comune sulla riforma della Politica Agricola (Pac) e sulla necessità di indicare in etichetta l’origine della materia prima agricola come richiesto dai cittadini tedeschi e italiani. E’ quanto è emerso  nel colloquio bilaterale a Roma tra il presidente della Coldiretti, Sergio Marini e il presidente della Deutscher Bauernverband (DBV), Gerd Sonnleitner. Coldiretti e DBV richiedono una dotazione finanziaria  della PAC allo stesso livello del periodo di finanziamento in essere e che sia mantenuta l’attuale distribuzione tra Stati membri. I principali obiettivi della PAC – secondo Marini e Sonnleitner – devono essere rivolti a valorizzare il ruolo economico degli agricoltori come produttori di cibo e non di commodities, la produzione di beni pubblici da parte degli agricoltori che il mercato non remunera, per mantenere una agricoltura sostenibile sotto il profilo sociale e ambientale. Bisognerà garantire una adeguata competitività  dell`agricoltura europea ed aumentare il potere contrattuale degli agricoltori. Questo si raggiunge con il sistema degli aiuti  diretti nel primo pilastro, una rete di sicurezza efficace sui mercati anche per contrastare la volatilità dei prezzi, strumenti di assicurazione del reddito e anche attraverso il sostegno della gestione degli agricoltori di filiere territoriali corte, trasparenti a basso impatto ambientale. Occorre prevedere criteri di flessibilità che consentano di premiare comportamenti virtuosi da parte delle imprese nei diversi Paesi membri. Una combinazione degli strumenti di politica agricola con un nuovo sistema di prevenzione del rischio è la condizione necessaria per affrontare le sfide del mercato globale, secondo il presidente della Coldiretti, Sergio Marini e il presidente della Deutscher Bauernverband (DBV), Gerd Sonnleitner.

 

 


Leggi Ancora

Lascia una risposta