Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Ultime notizie sulla profezia di Bendandi: Il Codacons e l’esposto, la scienza ufficiale, i terremoti romani

Postato da on mag 11th, 2011 e file sotto A.I, Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

I terremoti romani
Il 12 maggio del 2009, però, Roma ha subito una scossa lievissima, magnitudo 2.1, con epicentro fra il Vaticano e il quartiere Prati.
Nel 1703 una scossa di terremoto ha fatto crollare a Roma tre archi del secondo ordine del Colosseo.
Nel 1997 gli edifici del centro e della periferia nord hanno sussultato per diversi secondi e migliaia di persone si sono riversate per strada dalle abitazioni e dai luoghi di lavoro.
La città di Roma, infatti, risente piuttosto delle scosse che colpiscono l’area dei Colli Albani e, soprattutto, dell’Appennino centrale. Molto spesso, infatti, i terremoti dell’Abruzzo vengono avvertiti anche dai romani, ma senza troppe paure o danni.
Nel 1812 un terremoto ha fatto crollare parte della facciata della chiesa di San Paolo alle Tre Fontane dell’Eur.
Nel 1895 una scossa ha causato gravi danni negli storici rioni di Trastevere e Testaccio.
I terremoti con epicentro nel comune di Roma: 1812 e 1909, hanno raggiunto il VI-VII grado della scala Mercalli (quella calcolata in base ai danni).
Lista dei principali eventi sismici avvertiti a Roma, con data, area dell’epicentro e magnitudo:
9 settembre 1349, Aquilano 6.5
14 gennaio 1703, Appenino reatino 6.8;
22 marzo 1812, Area di Roma 5.0;
1 novembre 1895, Castelporziano 4.8;
19 luglio 1899, Colli Albani 5.2
31 agosto 1909, Monte Mario 4.8
10 aprile 1911, Frascati 4.6
13 gennaio 1915, Avezzano 7.0
26 settembre 1997, Colfiorito 6.0.

La scienza ufficiale dice:
«Ogni anno abbiamo in Italia oltre 10 mila terremoti registrati dai sismografi, quindi è probabile che domani ci possa essere qualche piccola scossa nel nostro Paese. Ma questo non significherebbe nulla». Lo dichiara il professor Mauro Dolce, responsabile dell’Ufficio Rischio Sismico e Vulcanico della Protezione Civile a fronte della previsione del sisma che dovrebbe colpire la Capitale domani secondo la previsione del sismologo Raffaele Bendandi. La Protezione Civile ha messo a disposizione del pubblico un dossier col quale chiarisce l’opinione della scienza nei confronti degli annunci di un terremoto a Roma circolati da più parti e che hanno creato più di una psicosi. –

Il Coordinamento delle Associazioni per la Difesa dell’Ambiente e dei Diritti degli Utenti e dei Consumatori,CODACONS, ha presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma contro tutti quei soggetti (blog, siti web, tv, radio, giornali, ecc.) che hanno in qualsiasi modo diffuso e alimentato la notizia del terremoto che dovrebbe verificarsi domani nella Capitale. L’Associazione ipotizza il procurato allarme e l’abuso di credulita’ popolare. ‘Si tratta di una bufala priva di qualsiasi fondamento scientifico,che sta generando allarme in molti cittadini romani’ afferma il presidente Carlo Rienzi.


Leggi Ancora

Lascia una risposta