Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Un dipinto inedito di Leonardo in mostra alla National Gallery

Postato da on lug 5th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Un dipinto inedito di Leonardo Da Vinci sarà esposto per la prima volta alla National Gallery di Londra dal 9 novembre al 15 febbraio 2011 all’interno di una mostra che si intitolerà “Leonardo da Vinci: Painter at the Court of Milan” dedicata all’attività di Leonardo alla corte del duca Lodovico Sforza di Milano. Il quadro in questione è il “Salvator Mundi” e raffigura Cristo con la mano destra benedicente e la sinistra che tiene una sfera. Si tratta di un dipinto ad olio su tavola di legno che misura 66 centimetri di altezza per 46 di larghezza, e pare che da Vinci l’abbia realizzato nel 1499 nella città meneghina. L’opera appartiene a un consorzio di commercianti americani che l’ha consegnata alla National Gallery per un restauro prima della mostra.
Nicholas Penny, direttore del museo londinese e Luke Syson, curatore della mostra su Leonardo, hanno invitato quattro studiosi per valutare l’opera: Carmen C. Bambach, curatore di disegni e dipinti del Metropolitan Museum, due autori di numerosi libri su Leonardo e sul Rinascimento, i milanesi Pietro Marani e Maria Teresa Fiorio, e Martin Kemp, professore di storia dell’arte a Oxford, che ha trascorso più di 40 anni a studiare il pittore della Gioconda. E tutti e quattro hanno attribuito il lavoro a Leonardo. La rivista “Artnews”, che ha riportato la notizia ha ipotizzato una valutazione record per il dipinto: si parla di 200 milioni di dollari. Pietro Marani, chiamato a esprimere il suo parere in qualità di esperto ha detto che l’opera è arrivata alla National Gallery in pessimo stato, “ma durante il restauro è emersa la qualità della pittura, i colori meravigliosi, i rossi e gli azzurri del panneggio che ricordano proprio quelli dell’Ultima Cena”. Poi, ha aggiunto, “è stato fatto un confronto sui pigmenti con quelli della Vergine delle rocce e anche ciò sembrerebbe confermare che si tratta di dipinto di Leonardo”.

Fonte: luxgallery


Leggi Ancora

Lascia una risposta