Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Un episodio degno del film Lo squalo

Postato da on set 10th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Un caso degno del film Lo squalo l’episodio verificatosi 2 giorni fa durante una battuta di pesca a vicino a New Providence, nelle Bahamas. I tre uomini erano usciti come di consueto per andare a pescare, si erano spinti a circa a 38 miglia dalla costa. La giornata si rivela fortunata perché poco dopo i tre riescono a catturare uno squalo tigre di 4 metri di lunghezza, ma appena depositano l’animale sulla barca il temuto carnivoro rigurgita un piede. I tre allarmati avvertono subito le forze dell’ordine, che prelevano il pesce per farlo analizzare dall’istituto di medicina legale. L’autopsia rivela che nella pancia dell’animale giacevano il piede destro, le braccia e parte del tronco. Le ipotesi sono varie, e ancora non è stato accertato se l’uomo sia stato ucciso dal predatore o se fosse già morto al momento dell’aggressione. Anche sull’identità del soggetto sono necessari ulteriori accertamenti, per il momento si ipotizza che potrebbe trattarsi di uno dei tre uomini scomparsi in mare la scorsa settimana, che avevano segnalato un’avaria al motore, oppure che potrebbe trattarsi di uno dei tanti clandestini che attraversano il loro spazio marittimo per raggiungere le coste della Florida.

Fonte yahoonotizie.it


Leggi Ancora

Lascia una risposta