Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Un fondo nazionale a tutela dei viaggiatori

Postato da on lug 19th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Solitamente ci si preoccupa di tutto in vista della partenza per le vacanze. Che non salti fuori un impegno di lavoro all’ultimo minuto con il rischio di mandare all’aria il viaggio, che famiglia e parenti vari non abbiano necessità di noi proprio in quel periodo, e che l’operatore turistico al quale ci si è rivolti sia affidabile. Per questo talvolta anche i più affezionati alle proposte dell’ultimo minuto ricorrono, invece, ai grandi nomi, “Almeno non corro il rischio di incappare in fregature”, si pensa solitamente. Ma non tutto quel che luccica è oro, e così può capitare che anche dietro un grande marchio si nascondano grossi problemi. Come si è verificato di recente al tour operator I Viaggi del Ventaglio, dichiarato fallito dal Tribunale di Milano. Il problema, in queste circostanze, è che i viaggiatori già fuori al momento della dichiarazione di fallimento, vengono completamente abbandonati a sé stessi. Per questo il Ministero degli Esteri fa la proposta, peraltro già paventata più volte in passato, di istituire un fondo di garanzia per i viaggiatori lasciati in panne dagli operetori, a fronte di una spesa minima per i clienti. In sostanza, su ciascun pacchetto viaggio ci sarebbe da pagare una piccola aggiunta (Si parla di 50 centesimi), così da poter assicurare un’efficace assistenza al viaggiatore anche in caso di fallimento del tour operator.

Secondo le stime, in questo modo si potrebbero raccogliere annualmente risorse pari alla cifra di 50 milioni. Il Ministro Frattini avverte l’urgenza di una legge che salvaguardi turisti e viaggiatori italiani.

Fonti: Viaggi Liquida


Leggi Ancora

Lascia una risposta