Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Uomini: vogliamo rimanere gli unici animali del pianeta?

Postato da on mag 20th, 2010 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Ridurre il tasso di perdita della biodiversità entro il 2010. Questo l’obiettivo che le potenze mondiali si erano poste. A quanto pare, missione fallita. Secondo i dati raccolti da UICN (Unione Internazionale per la Conservazione della Natura), infatti, circa un terzo delle forme viventi negli ecosistemi del nostro pianeta è a rischio estinzione. Lo sviluppo tecnologico e industriale, sebbene sia stato indubbiamente fonte di progresso su tanti fronti, ha portato con sé una serie di conseguenze devastanti per l’ambiente e per l’equilibrio degli ecosistemi: inquinamento industriale, deforestazione, riscaldamento globale; sono soltanto alcuni dei segnali di questa situazione. Analizzando il solo territorio dell’Unione Europea, risulta che solamente il 17% degli habitat e delle specie più vulnerabili sono ad un buono stato di conservazione; mentre fortemente a rischio praterie, terreni umidi e ambienti costieri, nonché diverse specie marine.

Ma perchè é così importante tutelare la biodiversità? Essa gioco un ruolo importante nella vita di tutti noi. La vegetazione, per esempio, non solo è la più grande fonte di ossigeno per il nostro pianeta, ma impedisce l’erosione del suolo, evitando, quindi, fenomeni di smottamento del terreno. Ma anche cibo e medicinali derivano dal mondo della natura, per cui proteggerne la variegata diversità diventa indispensabile.

Legambiente si è impegnata in progetti concreti di tutela di alcune specie animali e vegetali.

L’auspicio per il futuro è che, a partire già dalla Conferenza Nazionale per la Biodiversità che si terrà a Roma proprio in questi giorni, tutti i soggetti interessati, istituzioni, enti di ricerca, associazioni, etc. si impegnino nella pianificazione di strategie mirate per la tutela della Biodiversità.

Fonti:  Greenreport


Leggi Ancora

Lascia una risposta