Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

USA, BIMBO HA UN TUMORE: CURATO CON LA CANNABIS

Postato da on mag 6th, 2011 e file sotto Primo Piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

SALT LAKE CITY – I medici lo davano per morto. Un bimbo di due anni del Montana con un tumore terminale al cervello si sarebbe ripreso grazie all’uso della cannabis. Il padre grida al ‘miracolo’ ma per i dottori si è trattato di avventurismo terapeutico e sostengono che il fatto che ora Cash Hyde abbia tre anni e si stia riprendendo velocemente all’ospedale pediatrico di Salt Lake City non possa essere attribuito in maniera certa alla marijuana. I medici che lo seguivano avevano perso ogni speranza, anche perchè dopo cicli di chemioterapia adatti per un adulto il bambino non faceva che peggiorare e non mangiava da 40 giorni. A prendere l’iniziativa insolita allora ci ha pensato il padre – come racconta l’ABCMike Hyde è intervenuto somministrando olio di cannabis nel cavo orale del figlio. In Montana, la marijuana per usi medici infatti è legale. Hyde la usò per sé stesso per curare il suo disordine da deficit di attenzione. Quando a Cash è stato diagnosticato il tumore nel maggio 2010, ha ricevuto una marijuana card e ha comprato la droga dal suo fornitore abituale. L’azione forte del padre – presa sotto consiglio medico – ha però sollevato polemiche sul ruolo dei genitori nelle cure mediche.( da leggo.it)

Cosa dire? Pare che nei secoli scorsi veniva appunto usata come medicina che  uccide le cellule tumorali! Certo non é che se fumi il classico spinello sei guarito. Il padre ha usato l’olio di cannabis (un estratto). Comunque, sta di fatto che la marjiuana non ha mai ucciso nessuno, e che tanti la usano come medicina (vedi sclerosi multipla, tumori, …). Ma la marijuana rimane sempre illegale!! Mentre l’alcool é legale, con tanto di pubblicità su tv (martini, vecchia romagna, ecc…) e ricordiamoci quante vittime fa l’alcool! Il futuro è sempre più buio. Spero che persone comuni si ribellino a questa politica, ad una parte della ricerca scientifica e venga ristabilito l’ordine naturale delle cose: il nostro diritto a vivere, liberi e insieme liberarci dalle schiavitù volute dai potenti per cosa poi? Per un potere fittizio inutile.


Leggi Ancora

Lascia una risposta