Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

“Veneto ferito”. Immagini e testimonianze dell’alluvione

Postato da on nov 16th, 2010 e file sotto Territorio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Le immagini, meglio di qualunque parola, raccontano quanto accaduto. Grazie a tutti per l’aiuto che verrà dato”. Lo scrive il presidente del Veneto Luca Zaia nella lettera che accompagna la pubblicazione “Veneto ferito”, presentata oggi a Palazzo Balbi, realizzata per illustrare la tragedia che si è abbattuta su parte del territorio regionale il 31 ottobre scorso e nei giorni successivi. L’alluvione, che per quantità di precipitazioni concentrate in 48 ore non ha precedenti, ha investito le province di Vicenza, Verona, Padova, Treviso e Belluno, trasformandole in laghi, provocando frane, danneggiando o distruggendo argini, strade, abitazioni, beni, campi, allevamenti.

Il libro, voluto dalla Regione, realizzato dall’Ufficio Stampa della Giunta e stampato gratuitamente da Grafica Veneta SPA, il cui titolare Fabio Franceschi si è messo subito a disposizione, contiene alcune fotografie rappresentative, fornite dalla Protezione Civile Regionale, dai quotidiani del Veneto, dai loro fotografi e da semplici cittadini. La pubblicazione propone anche pensieri e riflessioni spontanee della gente comune che ha vissuto questa disgrazia e si trova a fronteggiarne le conseguenze. “‘Veneto Ferito’ sarà inviato ai media e alle rappresentanze istituzionali – ha fatto presente Zaia – ma può essere sfogliato da chiunque nel sito della Regione del Veneto www.regione.veneto.it

L’alluvione ha colpito complessivamente 131 Comuni, coinvolgendo una popolazione di oltre 500 mila abitanti. Ha provocato 2 vittime, mentre gli sfollati sono stati 6.670. I Comuni gravemente danneggiati sono stati 86, l’A4 è rimasta chiusa quattro giorni, sono rimaste bloccate 55 strade principali, le frane e gli smottamenti sono stati 51, 15 le rotture di argini, le esondazioni e gli allagamenti 29 su una superficie complessiva di 140 km quadrati, gli animali da allevamento annegati sono stati circa 230 mila. Sono stati evacuati l’Ospedale di Motta di Livenza e due strutture sociosanitarie.

2 euro per il Veneto: sms 45501. Conto Corrente Solidarietà: Unicredit SpA – intestazione “Regione Veneto – Emergenza Alluvione Novembre 2010” – CODICE IBAN: IT62D0200802017000101116078; codice BIC SWIFT UNCRITM1VF2


Leggi Ancora

Lascia una risposta