Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

In arrivo temperature molto rigide su gran parte del paese

Postato da on dic 14th, 2010 e file sotto Territorio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Una massiccia irruzione di aria gelida, di origine artica, porterà una drastica riduzione delle temperature a partire dalla notte del 14 dicembre 2010, fino al termine della settimana su gran parte delle regioni italiane.

In particolare, punte di gelo piuttosto intenso riguarderanno le regioni settentrionali, del centro e le zone interne del sud, con minime in diminuzione nella giornata del 14 dicembre che scenderanno a partire da mercoledì fino ai -5/-8°C anche a quote di pianura, raggiungendo valori ancor più rigidi nelle località di media montagna.

Già dal 13 dicembre sulle regioni centrali adriatiche, e successivamente a partire dal pomeriggio del 14 dicembre anche al sud della penisola e sulle isole maggiori sono previsti compatti addensamenti nuvolosi, con associate nevicate di debole intensità fino a quote molto basse, con conseguente rischio di gelate notturne e mattutine su tutte le aree interessate dalle precipitazioni nevose. Tempo, invece, prevalentemente soleggiato al nord e sulle regioni centrali del versante tirrenico.

Il Dipartimento della Protezione civile seguirà l’evolversi della situazione in contatto con le Prefetture, le Regioni e le locali strutture di protezione civile, anche attraverso l’emissione di eventuali avvisi di avverse condizioni meteorologiche laddove necessario.

Coldiretti, inoltre, afferma che con il forte e repentino abbassamento della temperatura, che andrà sotto lo zero anche in pianura, è allarme gelo per verdure e ortaggi da nord a sud del paese. Se il periodo di gran freddo si prolungherà con temperature rigide, al di sotto delle medie stagionali, saranno a rischio le coltivazioni invernali in campo come cavoli, verze, cicorie, radicchio e broccoli. Nessun pericolo invece per i prodotti gia’ raccolti da tempo come mele, pere e kiwi che – conclude la Coldiretti – sono peraltro un ottimo alleato per affrontare il grande freddo.

.


Leggi Ancora

Lascia una risposta