Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

Roma: spacciatori coltivavano marijuana in casa

Postato da on set 15th, 2011 e file sotto Territorio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

E’ stato colto nella flagranza del reato di spaccio T.R., pluripregiudicato romano di 37 anni. Gli agenti del Commissariato Casilino Nuovo, diretto dal dr. Antonio Roberti, lo hanno notato ieri sera in viale dei Romanisti, mentre stava prendendo accordi con un tossicodipendente. Appostati in abiti civili e muniti di un potente binocolo, gli investigatori hanno potuto così scorgere che T.R. ha consegnato un involucro ad un giovane, subito dopo aver ricevuto da lui denaro contante. Un’improvvisa folata di vento ha però a fatto cadere le banconote dalla mano del 37enne, che si è dovuto trattenere per raccogliere il denaro caduto a terra. Così concentrato a recuperare le banconote, non si è neanche accorto dell’arrivo degli agenti, che lo hanno bloccato ed arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti.   Nelle tasche dei pantaloni T.R. aveva altri 9 involucri di eroina e sotto alla cinta dei pantaloni. Invece un’indagine lampo ha condotto questa notte all’individuazione di una coppia di coltivatori di marijuana “casalinghi”. Gli agenti del Reparto Volanti, transitando nella zona di Tor Sapienza, hanno notato alcune piante “sospette” sul balcone di un appartamento al primo piano. Immediato il blitz degli agenti all’interno della casa, alla presenza di R.F., 32enne romano e della sua convivente, una romana incensurata anch’essa 32enne. In tutto gli investigatori hanno trovato 7 vasi contenenti piante di marijuana, dei quali 2 erano stati posizionati sul balcone del soggiorno, mentre i restanti 5 sul balcone della cucina. R.F. è stato arrestato per produzione di sostanze stupefacenti, mentre la convivente è stata denunciata in stato di libertà.


Leggi Ancora

Lascia una risposta