Galileo Galilei “Meglio è una piccola verità, che una grande bugia”

Albert Einstein “Non penso mai al futuro. Arriva così presto.”

San Lorenzo, rapinatori fermati della polizia dopo il colpo. Restituita la refurtiva ai legittimi proprietari

Postato da on lug 15th, 2011 e file sotto Territorio. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Sono stati sottoposti dalla Polizia al fermo di indiziato di delitto per rapina e ricettazione, due cittadini marocchini di 20 e 30 anni nel quartiere San Lorenzo.
E’ stata infatti la descrizione dettagliata di una delle vittime a dare delle indicazioni precise ai poliziotti che ieri pomeriggio hanno individuato i due giovani responsabili di rapina e ricettazione.
Quando gli agenti del commissariato San Lorenzo sono transitati sotto il tunnel di Santa Bibiana hanno immediatamente individuato i due cittadini nordafricani che corrispondevano perfettamente alle indicazioni fornite dalla Sala Operativa della Questura.
Poco prima infatti i due cittadini stranieri avevano avvicinato un giovane in Piazza degli Osci chiedendogli se volesse acquistare della sostanza stupefacente.
Al suo rifiuto però, il giovane era stato colpito con un violento pugno al petto e gli è stata sottratta una preziosa catenina in oro che portava al collo.
Immediata la sua denuncia e la segnalazione al 113 di quanto era accaduto, con una precisa indicazione degli indumenti indossati dai due cittadini nordafricani.
Quando i due stranieri si sono accorti della presenza dei poliziotti hanno tentato la fuga ma sono stati immediatamente bloccati.
Nelle tasche dei loro pantaloni, i poliziotti hanno sequestrato circa 500 euro in contanti ed un orologi odi una nota marca con il cinturino strappato ed un altro orologio solare con un pendente raffigurante un sole.
Nella borsa di colore scuro che uno dei due portava con sé, sono stati sequestrati 4 telefono cellulari ed alcuni cavetti di alimentazione per navigatori satellitari.
Nel corso della perquisizione i due cittadini nordafricani hanno ripetutamente tentato di occultare la refurtiva ed hanno tentato di fuggire ma sono stati bloccati.
Gli oggetti sequestrati sono stati riconosciuti dalla vittima della rapina in Piazza degli Osci, in particolare la catenina in oro e l’orologio solare e sono stati restituiti al legittimo proprietario. Così come i due telefoni cellulari di proprietà della vittima di un’altra rapina avvenuta pochi giorni prima nella zona del Pigneto.
S.B. di 30 anni e E.B.O.di 20 anni sono stati entrambi accompagnati in Commissariato e sottoposti a fermo di indiziato per il reato di rapina e ricettazione.
Proseguono le indagini degli investigatori per individuare i proprietari degli oggetti sequestrati e risalire ad eventuali responsabilità dei due giovani in altri episodi di rapina.


Leggi Ancora

Lascia una risposta